Il “pudding” di Natale, goloso riciclo di panettone e pandoro

di Manuela Zanni

Panettone e pandoro sono i protagonisti della  tavola delle feste. Dai  classici e tradizionali alle versioni al cioccolato, pistacchio, agrumi, frutti di bosco, solo per citarne alcune, le nostre dispense straripano di buste trasparenti da cui si  intravedono a malapena, da una fitta coltre di  zucchero a velo, fette dorate che giacciono esanimi. Ecco un’ idea golosa  per ridare loro nuova vita: il pudding di Natale.

Come riciclare gli avanzi di panettone e pandoro

Dal  momento che il galateo prevede che si debba consumare insieme agli ospiti tutto ciò che portano in dono e quindi dopo il pandoro,  sarà la volta del panettone con uvetta e canditi, del tronchetto tartufato e, perché no, anche dell’albero pandorato al limoncello, ecco che la tavola imbandita si trasforma in un campo di battaglia in cui, a festa finita, restano solo pezzi superstiti delle leccornìe, messe a dura prova dall’assalto impietoso dei commensali.
Così quei dolci, dall’aspetto magnifico e invitante,  si trasformano in fette informi e deformi  di cui è difficile, se non impossibile, riconoscere la provenienza. Il pudding, dolce di origine  inglese perfetto per l’ ora del tè delle distinte signore britanniche, ci viene in soccorso per dare  nuovo lustro agli avanzi di pandoro e panettone.

Pudding

Pudding

L’origine del Christmas Pudding

ll Christmas Pudding è il dolce natalizio per eccellenza della tradizione britannica, una ricca e sostanziosa delizia che si prepara per le feste. Tra i tantissimi ingredienti che occorrono per realizzarlo, oltre alla presenza di una gran quantità di liquori e di spezie per la decorazione, spiccano la birra Stout e il grasso di rognone di manzo, l’equivalente del nostro strutto. Nella ricetta originaria il Christmas Pudding si prepara amalgamando la farina con le mandorle, la frutta secca e tutti gli altri ingredienti prima di cuocere per almeno 5 ore il composto a bagnomaria. Successivamente si decora con zucchero, panna e spezie e – volendo. Si tratta di una ricetta complessa che prevede tanti passaggi e una volta ottenuto il risultato, si può conservare il dolce fino a un mese prima di portarlo in tavola. Quella che si seguito vi proponiamo, invece, è una rivisitazione della ricetta inglese in cui la consistenza del dolce si ottiene unendo al composto i resti di pandoro e panettone che avanzano durante le prime occasioni di festa in cui si aprono insieme ai parenti ed amici anche se spesso l’abbondanza dei dolci rischia di creare degli inutili sprechi. Per ovviare a questo inconveniente questa ricetta ci consente di recuperare in maniera golosa ciò che resta dei dolci simbolo di Natale.

 

Pudding di Natale

Ingredienti
Panettone o pandoro avanzato ( o entrambi)
frutta secca
frutta disidratata
zucchero( di canna)
latte (vegetale)
fiocchi di burro (margarina)
cannella e vaniglia q.b.

Pudding

Pudding

LEGGI ANCHE: Regali fai-da-te, scorzette candite e marmellate per i più golosi

Adagiate in maniera ordinata le fette di panettone o pandoro. Irroratele con il latte, cospargetele con la frutta secca, la frutta disidratata e le spezie e i fiocchetti di burro. Infornate e cuocete il tutto per 20 minuti, quindi sfornatelo e lasciatelo un po’ intiepidire prima di servirlo. Se volete potete accompagnarlo con una pallina di gelato alla vaniglia o con panna montata.

LEGGI ANCHE:  Gingerbread, decoriamo l’albero di Natale con i biscotti di pan di zenzero

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Le lenticchie in umido sono un piatto assolutamente delizioso da gustare sia con la pasta, sia servite da sole o come contorno abbinato alla carne. Sono perfette per questo periodo dell’anno quando le temperature sono più basse. Prima della cottura però si lasciano per 8 ore in acqua e in un secondo momento si prosegue […]

1 min

Schiacciate, fritte o saltate in padella, le patate possono essere cucinate in tanti modi. E, a volte, ne compriamo più di quelle che ci necessitano. Cosa fare con quelle che restano? Le possiamo congelare? Si possono congelare le patate crude? Ebbene, è meglio evitare di congelare le patate crude. Perché? Rischiano di diventare nere e […]

2 min

Se volete un piatto orientale e particolarmente speziato potete optare per il pollo al curry. Ovviamente, esistono diverse varianti e procedimenti che incontrano i gusti di tutti. Alcune prevedono l’aggiunta di pomodori pelati, di yogurt, c’è chi lo prepara senza latte, chi sceglie spezie più o meno piccanti. Da accompagnare con il riso basmati freddo. […]

2 min

Le polpette di carne con peperoni e besciamella sono un piatto assolutamente da provar e semplicissimo da realizzare. Le polpette di carne, peperoni e besciamella sono un secondo piatto ricco e gustoso, un’ ottima alternativa alle classiche polpette fritte. Perfette da servire come secondo piatto accompagnate da verdure cotte o crude di stagione oppure potranno […]

2 min

Il Kafteji è un piatto tunisino assolutamente da provare. Si tratta di una pietanza caratteristica coloratissima e accompagna i pasti. Semplice da realizzare. Le verdure vengono fritte e successivamente anche le uova, la zucca e i peperoni. Solitamente si serve con carne, fegato oppure con il pane. Scopriamo insieme come realizzarla! Kafteji: ingredienti Patate 1,5 […]