La parmigiana di patate, variante invernale della regina dell’estate siciliana

di Manuela Zanni

“Il termine parmigiana, deriverebbe, infatti, dalla parola siciliana parmiciana, con cui sono chiamate le liste di legno che compongono una finestra persiana, forma richiamata dalla disposizione a strati sovrapposti delle fette di melanzana fritte. La teoria che affermerebbe la paternità della ricetta alla Sicilia orientale trae forza anche dal fatto che in questa parte d’Italia il piatto viene chiamato “parmigiana di melanzane”, non “melanzane alla parmigiana” come in Emilia, quindi il sostantivo è “parmigiana” e “di melanzane” è la specificazione”. [Wikipedia]

Anche i napoletani, peraltro, vantano la paternità di questo piatto prelibato che è noto in tutto il mondo nella sua ricetta originale con le melanzane. Dal momento che le melanzane sono un ortaggio legato alla stagione estiva, esistono tante gustose varianti che consentono di godere della bontà di questo piatto tutto l’anno.
Di seguito vi proponiamo la ricetta della parmigiana di patate ottima da gustare in inverno.

Parmigiana di patate

Ingredienti

  • 1 kg di patate
  • 250 gr di besciamella (veg)
  • 250 gr di mozzarella
  • salsa di pomodoro
  • pangrattato: q.b.
  • parmigiano grattugiato: q.b.
  • sale: q.b.
  • pepe a piacere

 

  1. Sbucciate le patate e tagliatele a fette regolari
  2. Mettetele in una scolapasta con un po’ di sale e lasciatele scolare per una mezz’ora
  3. Coprite con canovaccio pulito

1° strato: in una teglia da forno fate un sottilissimo fondo di besciamella, mettete uno primo strato di patate, aggiungete la mozzarella, e una spolverata di parmigiano grattugiato. Spolverate con un poco di pepe a piacere.

2° strato: Ricoprite il tutto con la besciamella e ripetete l’operazione sino ad utilizzare tutte le patate, realizzando uno sformato di massimo 4 piani.

Ultimo strato: deve essere di besciamella, parmigiano e pane grattugiato, per formare una patina croccante.

Infornate in forno preriscaldato a 220° per 40 minuti, controllando la cottura con uno stecchino da spiedino. La parte di sopra si cuoce per ultima, quindi basta controllare la doratura in superficie e le patate superiori che sono pronte quando si spezzano da sole.

Fate raffreddare per almeno mezz’ora prima di servire

Varianti della parmigiana di patate

Questo tipo di parmigiana può essere realizzato in tante varianti. Eccone alcune:

  • Patate e pesto: basterà aggiungere 2-3 cucchiai di pesto alla besciamella e procedere come visto sin qui.
  • Patate e melanzane: fate un strato di patate e uno di melanzane grigliate. Potete aggiungere qualche pomodorino, eliminando la besciamella ma aggiungendo più mozzarella.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Ci sono piatti il cui semplice profumo basta a farci tornare bambini, la pizza con la scarola è uno di questi, perché il suo  ricordo profuma di Natale. Le origini della pizza con la scarola Si tratta di un piatto di origini napoletane preparato con pochi ingredienti tra cui protagonista è la scarola, il cui […]

3 min

Panettone e pandoro sono i protagonisti della  tavola delle feste. Dai  classici e tradizionali alle versioni al cioccolato, pistacchio, agrumi, frutti di bosco, solo per citarne alcune, le nostre dispense straripano di buste trasparenti da cui si  intravedono a malapena, da una fitta coltre di  zucchero a velo, fette dorate che giacciono esanimi. Ecco un’ […]

4 min

Esistono diverse leggende  che riguardano il panettone,  immancabile protagonista della  tavola delle feste. Scopriamole insieme e poi proviamo a prepararlo in casa con una ricetta semplice da realizzare anche se non siete pasticceri. L’origine del panettone L’ etimologia della parola panettone sembrerebbe essere  “Pan de Toni”. Secondo questa versione, l’aiutante di  cucina di Ludovico il […]

2 min

Negli ultimi due anni il comparto Food&Grocery ha guadagnato ampie fette di mercato e si è posizionato ai primi posti sulle classifiche delle vendite online. A seguito della scalata dell’eCommerce nelle nostre vite quale consuetudine consolidata, infatti, oltre ai settori già affermati, si è fatto avanti quello dedicato al buon cibo e ai prodotti alimentari […]