11 Gennaio 2021 |

La pasta fatta in casa, alcune regole per conservarne la freschezza

di Manuela Zanni

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • Fare la pasta in casa è, indubbiamente,  una grande soddisfazione ma,  perchè mantenga la sua bontà,  bisogna anche imparare a conservarla bene.
  • Sfoglia per lasagne, tortellini, cannelloni, fettuccine, tutta la pasta fresca della nostra tradizione può essere conservata senza perdere il gusto della buona pasta fatta in casa.
  • Alcune semplici regole per conservarne integra la  freschezza

Fare la pasta fresca è una delle tradizioni irrinunciabili delle donne italiane, le quali amano, soprattutto quando hanno tempo a disposizione, ancora molto cimentarsi con la cucina di un tempo, preparata con cura, specialmente nei giorni di festa.

Non sempre, però, si ha il tempo di preparare la pasta fresca sul momento, dunque è importante capire come conservarla al meglio per non perdere il gusto di questa pasta genuina.
Fortunatamente, la pasta fresca può essere conservata in vari modi, tutti molto semplici: vediamo come fare.

 Conservazione in frigorifero

Per conservare la pasta fresca fatta in casa nel frigorifero di casa, basterà metterla in un contenitore chiuso ermeticamente. In questo modo si manterrà in perfette condizioni a patto però di consumarla entro pochi giorni. La pasta fresca senza uova si conserva bene in frigorifero per 1 o 2 giorni al massimo. Quella con le uova si conserva un po’ di più per 3-4 giorni. Queste indicazioni però non valgono per la pasta ripiena come tortellini o ravioli, perché con il freddo del frigo aumenta l’umidità del ripieno. In questo modo la sfoglia può rompersi e causare la fuoriuscita del ripieno.

Conservare nel congelatore

Preparata la pasta e stendetela su un vassoio, badando di non creare sovrapposizioni. Congelate la pasta cruda sul vassoio e, se il formato di pasta è corto, potete trasferirla in un sacchetto che la contenga tutta, quando la pasta sarà già ben congelata. Quando deciderete di cuocere la pasta, vi basterà farla scongelare a temperatura ambiente o nel frigo, e poi procedere alla normale cottura. Questo procedimento è ottimo anche per conservare la pasta fresca ripiena. Potete conservare la pasta congelata per un massimo di 3 mesi.

Conservare la pasta fresca essiccandola

Fate essiccare la pasta fresca sul telaio, per almeno 12 ore; trasferitela poi in sacchetti di plastica e conservatela nella dispensa, lontano da fonti di calore e umidità. Questo procedimento di conservazione non è adatto alla pasta fresca ripiena.

 

Conservare la pasta fresca cotta

Cuocete la vostra pasca fresca (anche quella ripiena e la sfoglia per le lasagne) e fatela raffreddare completamente. Se avete intenzione di consumare la pasta entro tre giorni, potete conservarla in frigo, ponendola in un contenitore forato (come quelli nei quali viene conservata la ricotta). Se, al contrario, non volete consumare la pasta fresca a breve, potete congelarla con il metodo prima descritto.