Le più belle varietà di orchidea da tenere in casa

di Carmela Giglio


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

[dcgallery code=’fotogallery.donnaclick.it_post_337793′]

Le specie di orchidee da tenere in casa sono diverse, tutte molto belle e decorative. Nella scelta fatevi consigliare dal vostro giardiniere di fiducia, che vi dirà il tipo di orchidea che meglio si adatta a crescere in vaso e al vostro microclima casalingo. Quali sono però le varietà di orchidee che meglio si adattano a stare in casa?

[prodotti_amazon]
[amazon] Terriccio per orchidee [/amazon]
[amazon] Fertilizzante per orchidea [/amazon]
[amazon] Orchidea, la guida alle varietà [/amazon]
[/prodotti_amazon]

Orchidee Phalenopsis
La varietà di orchidea Phalenopsis è quella più diffusa e conosciuta, molto facile da coltivare anche in appartamento. Chiamata anche orchidea farfalla proprio per la sua somiglianza con le farfalle phaleane, si caratterizza per la presenza di foglie e fiori dal colore molto intenso. Se volete tenerla in casa, posizionate l’Orchidea Phalaenopsis sul davanzale della finestra.

Orchidee Cattleya
Le Cattleya sono orchidee robuste che si possono coltivare in casa a patto di attenersi a poche e semplici regole. Queste piante hanno bisogno di molta luce, poca acqua e possono essere posizionate vicino ad una finestra o all’aperto durante la bella stagione, disposte in un angolo della casa dove ricevono sole e luce.

Orchidee Paphiopedilum
Chiamata anche Scarpetta di Venere, proprio grazie alla tipica forma del fiore che ricorda una scarpetta, la Paphiopedilum è una specie di orchidea mediamente diffusa. A caratterizzare questa specie è anche la presenza di un solo fiore su un’unico stelo. Le foglie della pianta, poi, sono spesso screziate e rendono questa orchidea molto bella e decorativa da tenere in casa. C’è da dire, inoltre, che l’orchidea paphiopedilum ha bisogno di poca luce e può essere posizionata anche di fronte ad una finestra.

Orchidea Cymbidium
Le orchidee Cymbidium sono orchidee sempreverdi caratterizzate da bellissimi fiori colorati o con colori variamente combinati. Queste orchidee sono davvero facilissime da coltivare: hanno bisogno di temperature estive e autunnali fresche e necessitano di poche annaffiature. Sono provviste, inoltre, di foglie sempreverdi lunghe e sottili.

Orchidea Vanda
L’orchidea del genere Vanda è caratterizzata da bellissimi fiori dal profumo molto intenso. Queste orchidee vengono coltivate sia in vaso che come fiori recisi e sono classificate in base alla forma delle loro foglie (a nastro, cilindriche, intermedie). Apprezzate per la loro fioritura perenne, le orchidee Vanda hanno bisogno di molta luce. Tuttavia, la loro coltivazione è molto complessa, proprio perchè la pianta richiede temperatura ed umidità controllata.

Leggi anche:
Arredare con i fiori, i consigli per una casa elegante e di stile
Orchidea Phalenopsis: cura, potatura e fioritura

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il decluttering, termine inglese che si può tradurre come “fare ordine“, è una pratica sempre più diffusa che mira a eliminare il superfluo per fare spazio al necessario. In un’epoca in cui siamo continuamente bombardati da oggetti, informazioni e stimoli visivi, la necessità di semplificare la nostra vita diventa sempre più pressante. Ecco perché è […]

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Entrare in una casa e notare che è in ordine mette subito di buonumore: il profumo, le superfici lucide, l’assenza di polvere aiutano a sentirsi a proprio agio e a far percepire l’ambiente come curato. Che vogliate farlo per voi stesse, per la famiglia o per gli ospiti dovete sapere che una delle prime cose […]

La sedentarietà prolungata e l’assunzione di una postura scorretta sono le principali cause dei problemi che coinvolgono la schiena. Per ridurre l’impatto di una seduta impropria si devono adottare delle adeguate contromisure sia sui luoghi di lavoro che nelle abitazioni private. La sedia ergonomica rappresenta la soluzione più appropriata perché è in grado di sorreggere […]