Come eliminare l’odore di fumo in casa, i rimedi più efficaci

di Elisa Malizia


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L’odore di fumo è uno dei più detestati da chi non ha il vizio delle sigarette, ma non è sempre possibile chiedere ai nostri ospiti o al partner di fumare fuori. L’aria di una casa di fumatori rischia di essere pericolosa per via del fumo passivo, quindi è importante aprire le finestre mentre si fuma o subito dopo, oltre che svuotare ogni sera i posaceneri, lavandoli con acqua e aceto, alleato nelle pulizie domestiche.

I deodoranti per ambienti in commercio, seppur efficaci, risultano spesso inquinanti e costosi ma, come sempre, è possibile crearne uno a basso costo e completamente naturale. Per prepararlo vi basta unire in uno spruzzino acqua e aceto in parti uguali, e poi gocce di oli essenziali a scelta: menta, eucalipto, note agrumate, ma anche la lavanda. Spruzzate questo deodorante naturale ogni sera prima di andare a dormire, e dopo ogni sigaretta, quando possibile. Le tappezzerie della casa (tende, divani, tovaglie, carta da parati) tendono a trattenere il fumo delle sigarette, quindi è bene lavare tutto almeno una volta a settimana. Se siete dei fumatori, o sapete di dover andare a vivere con chi ha questo vizio, evitate la carta da parati, ma scegliete intonaci lavabili per le pareti: in questo modo, due volte l’anno, potrete togliere le tracce di fumo lavandole via con acqua e sapone di Marsiglia. Anche lampade e lampadine, così come gli elettrodomestici, attirano l’odore di fumo: puliteli per evitare che ristagni.

Puoi creare dei sacchetti profumati, belli anche da vedere, e posizionarli in angoli strategici della casa, laddove si fuma più spesso, ovvero salotto e bagno. Oltre a quelli utili anche per armadi e cassetti, puoi scegliere altre essenze create con materiali di scarto, come le bucce degli agrumi, da scaldare in padella con chiodi di garofano e alle quali, dopo, aggiungerete anche dell’incenso e del pepe. Riempite dei sacchetti di tulle, riciclati da vecchie bomboniere, e metteteli sui mobili del salotto e del bagno. Questi sacchetti sono perfetti anche per cambiare odore nell’auto. Sempre con materiali di scarto, come i fondi di caffè, e con sostanze naturali, come il bicarbonato di sodio, potete creare dei fondi da inserire nei posaceneri: queste due miscele, infatti, intrappolano gli odori. Ai fondi di caffè e al bicarbonato, potete aggiungere altre essenze in polvere, come la cannella, la vaniglia, il pepe o qualche ago di rosmarino.

Per evitare di rendere irrespirabile l’aria di tutta la casa, circoscrivete la zona fumo ad una sola stanza, che terrete ben areata e pulita: è preferibile scegliere la cucina, perché quasi mai ospita tappezzerie particolari (solo tende, coprisedie e tovaglie, solitamente) e ha la cappa che permette di raccogliere gli odori.

PULIZIE CON PRODOTTI NATURALI? POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Pulire gli elettrodomestici in modo naturale: ecco come fare

Come pulire il frigorifero

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Gli elettrodomestici sono senza ombra di dubbio il cuore della nostra cucina. Che si tratti di arredare una casa nuova o di una ristrutturazione, sono tante le cose da sapere al momento dell’acquisto: in questa guida vogliamo fornirvi tutte le informazioni utili, non solo da un punto di vista tecnico, ma anche in merito ai […]

Quando si tratta di mantenere la casa pulita e in ordine, un aspirapolvere affidabile è uno strumento essenziale. Con così tante opzioni disponibili sul mercato, può essere difficile scegliere quella giusta che soddisfi le nostre esigenze pur rispettando l’ambiente. In questo articolo approfondiremo i plus del Folletto rigenerato, il classico Vorwerk, un aspirapolvere ricondizionato che […]