Che cos’è il decluttering: l’arte di alleggerire la casa e la mente

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il decluttering, termine inglese che si può tradurre come “fare ordine“, è una pratica sempre più diffusa che mira a eliminare il superfluo per fare spazio al necessario.

In un’epoca in cui siamo continuamente bombardati da oggetti, informazioni e stimoli visivi, la necessità di semplificare la nostra vita diventa sempre più pressante. Ecco perché è importante mettere ordine nella vostra casa fare il decluttering.

Da dove nasce il decluttering

Il decluttering non è solo una moda passeggera, ma una filosofia di vita che trova le sue radici in diverse tradizioni culturali e spirituali. Una delle figure più influenti in questo ambito è Marie Kondo, autrice del libro “Il magico potere del riordino“.

Kondo ha introdotto il metodo KonMari, che invita a tenere solo ciò che “sparge gioia” (spark joy) nella nostra vita. Questo approccio ha ispirato milioni di persone a liberarsi del superfluo e a vivere in modo più consapevole.

Il decluttering, tuttavia, non è limitato a una singola metodologia. Può essere visto come una pratica olistica, che combina elementi di minimalismo, mindfulness e sostenibilità. L’obiettivo è creare un ambiente domestico che supporti il nostro benessere mentale, emotivo e fisico.

I benefici del decluttering

Il decluttering offre numerosi benefici che vanno oltre la semplice estetica della casa. Uno degli effetti più immediati è la riduzione dello stress.

Vivere in uno spazio ordinato e organizzato può avere un impatto positivo sulla nostra mente, riducendo l’ansia e migliorando la nostra capacità di concentrazione. Inoltre, meno oggetti significano meno tempo speso a pulire e riordinare, permettendoci di dedicare più tempo alle attività che amiamo.

Un altro beneficio importante è l’aumento della produttività. Un ambiente privo di distrazioni ci permette di lavorare in modo più efficiente e di raggiungere i nostri obiettivi con maggiore facilità. Anche la creatività può trarre vantaggio da uno spazio ordinato: un ambiente pulito e organizzato stimola il pensiero creativo e l’innovazione.

Dal punto di vista fisico, il decluttering può contribuire a migliorare la nostra salute. Eliminare il disordine riduce l’accumulo di polvere e allergeni, migliorando la qualità dell’aria nelle nostre case. Inoltre, meno oggetti ingombranti significano anche meno pericoli di inciampi e cadute, rendendo l’ambiente domestico più sicuro.

Come iniziare il decluttering

Iniziare il processo di decluttering può sembrare un compito scoraggiante, soprattutto se abbiamo accumulato molti oggetti nel corso degli anni. Tuttavia, con un approccio sistematico e paziente, è possibile trasformare la nostra casa in un’oasi di ordine e serenità.

  1. Pianificazione e preparazione: prima di tutto, è importante avere un piano. Decidere quali aree della casa affrontare per prime e stabilire un calendario può aiutare a mantenere la motivazione. È utile anche preparare i materiali necessari, come scatole per la raccolta differenziata, sacchi per la spazzatura e contenitori per la donazione;
  2. Categoria per categoria: un approccio efficace è quello di procedere per categorie anziché per stanze. Ad esempio, si può iniziare con i vestiti, poi passare ai libri, ai documenti e così via. Questo metodo, proposto da Marie Kondo, aiuta a concentrarsi meglio su un tipo di oggetto alla volta;
  3. Decisioni consapevoli: durante il processo di decluttering, è fondamentale fare scelte consapevoli. Chiedersi se un oggetto è davvero utile o se ci porta gioia può aiutare a decidere cosa tenere e cosa eliminare. È importante essere onesti con sé stessi e non farsi prendere dalla nostalgia o dal senso di colpa;
  4. Organizzazione e stoccaggio: dopo aver eliminato il superfluo, è il momento di organizzare ciò che rimane. Utilizzare contenitori, scaffali e cassetti può aiutare a mantenere l’ordine a lungo termine. Ogni oggetto dovrebbe avere un posto preciso, in modo da evitare il disordine futuro;
  5. Mantenimento: il decluttering non è un’attività una tantum, ma un processo continuo. Mantenere l’ordine richiede disciplina e costanza. Stabilire delle routine di pulizia e riordino può aiutare a prevenire l’accumulo di nuovi oggetti inutili.

Decluttering e sostenibilità

Il decluttering può anche avere un impatto positivo sull’ambiente. Eliminare il superfluo in modo responsabile significa donare, riciclare o vendere gli oggetti che non ci servono più, invece di gettarli semplicemente via. Questo riduce i rifiuti e promuove una cultura del riuso e del riciclo.

Inoltre, il decluttering può aiutarci a diventare consumatori più consapevoli. Una volta che abbiamo fatto ordine nella nostra casa, siamo meno propensi a comprare oggetti inutili. Questo non solo ci fa risparmiare denaro, ma riduce anche la domanda di prodotti superflui, contribuendo a diminuire l’impatto ambientale della produzione di beni.

Il decluttering digitale

Il concetto di decluttering non si applica solo agli oggetti fisici, ma anche al nostro spazio digitale. Viviamo in un’epoca in cui la sovrabbondanza di informazioni può essere altrettanto opprimente quanto il disordine fisico. Fare decluttering digitale significa eliminare file inutili, organizzare le email, gestire le notifiche e ridurre il tempo trascorso sui social media.

Un ambiente digitale ordinato può migliorare la nostra produttività e ridurre lo stress. Come per il decluttering fisico, è utile adottare un approccio sistematico e costante, dedicando del tempo regolarmente per mantenere l’ordine anche nel nostro spazio virtuale.

Il decluttering è più di una semplice operazione di pulizia: è un modo per ritrovare l’equilibrio e la serenità nella nostra vita. Eliminare il superfluo ci permette di concentrarci su ciò che è veramente importante, migliorando il nostro benessere mentale, fisico ed emotivo.

Che si tratti di oggetti fisici o di informazioni digitali, il decluttering ci invita a vivere in modo più consapevole e sostenibile. Cominciare questo percorso può sembrare difficile, ma con pazienza e determinazione, i benefici saranno evidenti e duraturi.

Foto da Depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Entrare in una casa e notare che è in ordine mette subito di buonumore: il profumo, le superfici lucide, l’assenza di polvere aiutano a sentirsi a proprio agio e a far percepire l’ambiente come curato. Che vogliate farlo per voi stesse, per la famiglia o per gli ospiti dovete sapere che una delle prime cose […]

La sedentarietà prolungata e l’assunzione di una postura scorretta sono le principali cause dei problemi che coinvolgono la schiena. Per ridurre l’impatto di una seduta impropria si devono adottare delle adeguate contromisure sia sui luoghi di lavoro che nelle abitazioni private. La sedia ergonomica rappresenta la soluzione più appropriata perché è in grado di sorreggere […]

Alzi la mano chi non ha mai avvistato in casa un pesciolino d’argento. Questi insettini di colore argento, dal corpo sottile e allungato, noti anche con il nome scientifico di “Lepisma saccharina“, si nascondono in qualsiasi ambiente della casa. Abilissimi nello sgusciare via, i pesciolini d’argento sono ospiti non graditi in casa, nonostante siano in […]

Tra i servizi più cresciuti rispetto a febbraio 2024 l’allontanamento di insetti: +143% per la disinfestazione di zanzare e +83% per quella delle vespe  Problema muffa: rispetto a marzo 2023, crescono del 65% le richieste di intervento  Spring cleanings: sgombero di appartamenti, pulizie domestiche e cura del giardino tra i servizi più cercati nel solo […]

Foto di Immo Wegmann su Unsplash La stiratura è una delle attività domestiche più comuni, ma ottenere risultati impeccabili non è sempre così facile, soprattutto quando si tratta di capi difficili realizzati in materiali delicati (pelle, velluto, lana naturale, ecc.), come ad esempio i cappotti.  Per semplificare questo processo e rendere la stiratura casalinga perfetta […]