18 dicembre 2015 |

Piante da appartamento sempre fiorite, la guida per sceglierle

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Piante da appartamento sempre fiorite, ecco come sceglierle e quali sono quelle più adatte a te. Se vuoi scoprire il piacere del giardinaggio ecco quali piante con fiori perenni che non necessitano di cure particolari puoi scegliere per la tua casa.

Le piante e fiori portano subito allegria in casa, quindi saper gestire qualche vaso è sicuramente una capacità da sviluppare. Alcune piante sempre fiorite (o almeno che presentano fiori per la maggior parte dell’anno) sono quelle più amate perché i colori e i profumi rendono la casa più vivace e, in un certo senso, arredano l’angolo in cui sono poste. Angolo che, ricordiamolo, non va scelto a caso, ma in base alle esigenze della piantina. Alcune piante non sono difficili da gestire, ma sono un impegno quotidiano che va rispettato; il lavoro, però, vi porterà ad ospitare in casa piante fiorite belle e e piene di vita. Chi ha un bel balcone, poi, può renderlo unico grazie a piante e fiori da balcone perenni. La scelta della pianta giusta dipende sempre dal vostro “pollice verde” e dal tempo che potrete dedicare alla cura delle piante; noi vi consigliamo alcune piante sempre fiorite non troppo complicate da gestire ma molto belle da vedere e anche da regalare, magari seguendo il linguaggio dei fiori nel mondo.


 

La begonia: pianta che non deve mai essere esposta alla luce diretta, ma ha bisogno di un ambiente luminoso; la temperatura perfetta per la begonia si aggira attorno ai 20°, ma ricordate sempre di non avvicinarla a fonti di calori dirette e a colpi d’aria: l’ingresso di casa, quindi, è da evitare, per via delle correnti fredde invernali. Lasciate la begonia nel suo vaso originale fino ai primi germogli, poi potrete scegliere un vaso più capiente. Durante l’estate la begonia ha bisogno di molta acqua, ma questa necessità si riduce drasticamente in inverno; prima di innaffiarla, quindi, controllate che il terriccio sia asciutto del tutto, solo in quel caso aggiungete acqua. Eliminate sempre le foglie secche e travasatele ad aprile, quando, se vorrete, potrete trasferirle  all’esterno. Per avere fiori tutto l’anno, scegliete una begonia rieger.

ciclamino

Il ciclamino: il ciclamino è una pianta invernale che non teme in freddo, ma di certo le gelate eccessive non giovano. Non ama neanche le folate di vento freddo improvviso e non va mai esposta al calore, né del sole né quello dei riscaldamenti della casa. Il ciclamino vive bene tra i 10° e i 18°, in una zona fresca e con luce non diretta. Il ciclamino non ha necessità di molta acqua, né in estate né in inverno; accertatevi che il terriccio sia umido e innaffiate solo quando è asciutto. Potete anche aggiungere l’acqua nel sottovaso: sarà la pianta stessa ad assorbirla quando ne avrà bisogno.

cymbydium

Il cymbidium: fa parte della famiglia delle orchidee, che ama le zone ventilate e luminose, ma senza sole diretto; non teme il freddo e le brevi gelate, quindi se volete potete anche lasciarla all’esterno, ma in genere in casa non ha particolari problemi se le eviterete le fonti di calore dirette e temperature troppo alte. Durante l’estate ha bisogno di molta acqua, mentre in inverno non è particolarmente esigente. Il cymbidium tenuto in casa ha bisogno di acqua anche sulle foglie: vaporizzatele con uno spruzzino.

medinilla

La medinilla magnifica: questa pianta è poco diffusa ma ha un effetto molto scenografico, e i suoi bellissimi fiori pendenti sono presenti anche in inverno.È una pianta che ha bisogno di ventilazione (ma non di correnti d’aria, soprattutto fredda!)  e di una temperatura intorno ai 18° in inverno e 25° in estate; a crescita terminata possono raggiungere il metro di lunghezza, mai di più per le piante in vaso. In estate il terriccio va tenuto costantemente umido, mentre durante il resto dell’anno appena umido è più che sufficiente.

violette

La violetta africana: al contrario delle altre, la violetta ha bisogno dell’esposizione diretta al calore (ma non alla luce) e di temperature abbastanza alte, mai sotto i 18°; potete dunque porla sul davanzale, appena velato da una tenda leggera. Non ha bisogno di molta acqua, vi basterà metterne un po’ nel sottovaso e sarà la pianta a prendere la porzione di liquidi di cui necessita. Non bagnate mai in modo diretto le foglie della violetta: tendono a marcire con facilità. Non è una pianta molto grande ed è resistente, quindi potete anche sistemarla in contenitori particolari, come belle tazze da tè che non utilizzate più.

Potrebbe interessarti anche