Creme per il viso, ecco come scegliere il prodotto giusto per ogni esigenza

di Danila

La crema per il viso fa parte della nostra routine di bellezza, anche se è uno di quegli aspetti che più siamo giovani più tendiamo a trascurare, anche a fronte di problematiche come secchezza o eccesso di sebo, che in realtà richiederebbero a qualsiasi età un intervento abbastanza tempestivo. Di creme per il viso sul mercato ce ne sono veramente tantissime e spesso scegliere quella più adatta sembra talmente complicato che finiamo per lasciarci consigliare da riviste e dalle amiche, acquistando spesso una crema che poi non soddisfa le nostre esigenze. Dunque cerchiamo di capire, per esempio, qual è la differenza tra una crema da giorno e una da notte e quali sono i fattori da tenere in considerazione quando dobbiamo scegliere la crema per il viso.

Crema giorno e crema notte, quali differenze

Le creme sono da sempre le nostre alleate di bellezza perché ci consentono di idratare in profondità e di nutrire la pelle del nostro viso senza grandi sforzi: basta semplicemente ricordarsi di applicarle sul viso la mattina prima del make up e la sera prima di andare a dormire. Ma vi siete mai chieste perché esista una crema da giorno e una da notte, e quali siano le differenze tra questi due prodotti? Di solito, nel migliore dei casi, tendiamo ad utilizzare la stessa crema sia la mattina che la sera, e invece non dovremmo, perché sono due prodotti diversi con due funzioni diverse. La crema giorno ha una texture più leggera, mentre la crema notte ha sicuramente una consistenza più corposa e compatta che non si assorbe facilmente, rimane in superficie. Crema notte e crema giorno hanno quindi due funzioni distinte, perché di giorno abbiamo bisogno di quegli agenti protettivi come gli anti UV che proteggano la pelle da sole, la notte invece di quei principi che compensino eventuali carenze e nutrano in profondità. Per cui dovremmo sempre usare questi due prodotti insieme, perché si completano: una crema protegge, l’altra rinnova e nutre.

Crema antiage

Una crema di questo tipo serve senza dubbio a contrastare l’invecchiamento della pelle, quindi per rendere meno evidenti rughe e inestetismi, ma allo stesso tempo per mantenere la pelle abbastanza elastica. Con un buon prodotto antietà è possibile anche ridurre rughette e linee d’espressione di un buon 10%, ma ovviamente non aspettatevi miracoli. È comunque molto importante cominciare ad utilizzare un prodotto “preventivo” già dopo i 30 anni perché in fatto di bellezza, come saprete, prevenire è sempre meglio. Nella scelta dei prodotti ricordate che i migliori e i più efficaci sono quelli che contengono retinolo e AHA, alfa idrossiacidi, sostanze che ci aiutano a rimuovere le cellule morte e favoriscono il rinnovamento cellulare.

Per saperne di più: Le migliori creme antirughe, creme e prezzi a confronto

Crema schiarente

È un prodotto cosmetico disponibile sia in crema che in gel, o ancora in versione siero: lo si usa per gli inestetismi provocati dall’impermelanosi, piccole macchie scure sulle pelle che possono comparire a qualsiasi età, anche se ovviamente l’incidenza è maggiore man mano che andiamo avanti con gli anni. Il problema in questi casi dipende dalla distribuzione della melanina sulla pelle, che si concentra localmente su determinati punti colorando la pelle più in alcune zone che in altre. Una crema schiarente serve, quindi, innanzitutto per schiarire le macchie sul viso, ma è al tempo stesso curativa, volta a bloccare e prevenire questo tipo di disfunzione evitando nuovi ristagni di melanina.

Che differenza c’è tra crema e siero?

Sono due prodotti altrettanto validi ma strutturalmente diversi, da cui ne deriva anche un uso che non è esattamente lo stesso: siero e crema viso non sono due prodotti interscambiabili ma non andrebbero usati neppure contemporaneamente, a meno che la vostra pelle non risulti particolarmente danneggiata o poco luminosa. Il siero ha sicuramente una texture molto leggera, la crema ha una consistenza più corposa. Questo consente al primo prodotto di penetrare velocemente all’interno della pelle, mentre la crema ci mette di più e non può essere assorbita totalmente, cosa che provoca quell’odiosa lucidità che cerchiamo di camuffare con la cipria. La crema idratante prevede un uso giornaliero, il siero, invece, dovrebbe essere usato soltanto durante alcuni periodi, tornando ad utilizzarlo ciclicamente durante l’arco dei mesi. Da qui l’evidenza che il siero si presenta più come un trattamento curativo che un prodotto per la routine di bellezza.

Differenza tra crema e gel

Avrete notato in profumeria e in parafarmacia che spesso di uno stesso prodotto esistono versioni diverse e la differenza più evidente è quella tra crema e gel. Entrambe hanno più o meno lo stesso obiettivo, con la differenza che il gel ha una texture meno corposa ed è molto fresco sulla pelle, la lascia visibilmente idratata anche per l’intera giornata, mentre la crema, come già detto, tendenzialmente non viene assorbita totalmente dalla nostra pelle. In tal senso la scelta è puramente personale.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

3 min

Le tendenze del make-up per l’Autunno -Inverno 2022/2023  raccontano  un ritorno alle origini, mettendo da parte il no make-up look e dando spazio a colori e finish d’effetto sempre nel nome della natura. I prodotti must have  per  l’Autunno-Inverno 2022/2023 Un racconto fatto a colori, una storia di rivincita sulle ultime stagioni dove tutto è […]

3 min

Gli smalti dell’autunno 2022 puntano a look minimal. Anche in fatto di stili e forme. Per unghie sempre eleganti e glamour dalle tinte insolite che vanno dal marrone, al verde oliva fino al bianco latte.  I trend degli smalti per l’autunno 2022 Con l’arrivo della nuova stagione anche le unghie e la manicure cambia e […]

4 min

Siete  pronte a prendere appunti? È il momento di fare un ripasso prima di procedere con lo shopping della nuova stagione. E quindi di analizzare ancora una volta quali sono i trend moda autunno inverno 2022/23 più forti e irresistibili da copiare alle passerelle, individuando quelli più in linea con la nostra personalità. I cappotti […]