Uccide la madre con la padella perché aveva scoperto il suo segreto all’università

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una giovane donna dell’Ohio, Sydney Powell, 23 anni, è stata dichiarata colpevole di omicidio, aggressione e occultamento di prove nell’atroce omicidio di sua madre, Brenda Powell, 50 anni, operatrice sanitaria. La motivazione dietro questo tragico evento è stata l’espulsione universitaria della giovane, cacciata dal college perché non frequentava le lezioni.

La Notte del Terrore

Nel marzo del 2020, Sydney Powell avrebbe colpito sua madre con una padella di ferro in testa e poi l’avrebbe accoltellata quasi 30 volte al collo, secondo l’Ufficio del Procuratore della Contea di Summit.

Durante il processo, Powell, una ex studentessa dell’Università di Mount Union, ha pianto in tribunale dopo che una giuria l’ha dichiarata colpevole. Brenda Powell è stata trovata gravemente ferita nella sua casa di Scudder Drive il 3 marzo 2020. Entrambe sono state trasportate in ospedale, dove Brenda è deceduta.

La Difesa Sostiene la Schizofrenia

Durante il processo, la difesa ha sostenuto che Sydney soffriva di schizofrenia e quindi non poteva essere ritenuta responsabile dell’omicidio. Tuttavia, Sylvia O’Bradovich, una psicologa assunta dall’accusa, ha contraddetto questa diagnosi, affermando che Sydney non soddisfaceva la definizione legale di pazzia al momento del crimine.

Il padre di Sydney, Steven Powell, e la nonna materna, Betsy Brown, avevano cercato di raggiungere un accordo con la procura senza un processo, ma quest’ultima ha insistito per una decisione della giuria.

Atto Omicida Pianificato

Durante il processo, l’assistente procuratore Brian Stano ha sottolineato che Sydney aveva smesso di attaccare con la padella e aveva poi impugnato un coltello dalla cucina. Questo gesto indicava chiaramente una pianificazione dell’omicidio. Stano ha suggerito che Sydney aveva compiuto l’aggressione mortale perché non voleva che il suo segreto fosse svelato.

Sentenza in Arrivo

La condanna di Sydney Powell è prevista per il 28 settembre. Potrebbe ricevere una pena massima di carcere a vita con la possibilità di libertà condizionata dopo 15 anni e ulteriori anni di reclusione per l’occultamento delle prove.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria