Orrore in casa: uccide madre e fratello dopo una lite

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Un terribile duplice omicidio si è consumato nella sera di domenica 1 ottobre a Vignola, in provincia di Modena. Teatro della tragedia un’abitazione in via Torino, dove un uomo di 67 anni, Uber Capucci, ha ucciso a coltellate la madre di 88 anni, Anna Malmusi, e il fratello di 66, Ermore Capucci, al termine di una violenta lite familiare.

I vicini sentono urla e chiamano i Carabinieri

I fatti si sono svolti intorno alle 21.30, quando alcuni vicini di casa hanno dato l’allarme telefonando ai Carabinieri e riferendo di aver udito urla provenire dall’abitazione dove risiedevano le due vittime. Giunti immediatamente sul posto, i militari hanno fatto la drammatica scoperta: i corpi senza vita di Anna ed Ermore giacevano in un lago di sangue, colpiti da numerose coltellate inferte con rabbia e ferocia dal figlio e fratello Uber.

La furia omicida dell’uomo: uccide i familiari a coltellate

L’uomo, in preda ad un evidente raptus omicida, non ha esitato a colpire ripetutamente con un coltello da cucina i suoi stessi familiari, togliendo la vita alla povera madre ultraottantenne e al fratello di soli 4 anni più giovane di lui. Una furia omicida scatenatasi al culmine di una lite per motivi ancora da chiarire, forse legati a dissidi e problemi di vecchia data che covavano nel nucleo familiare.

Il killer tenta il suicidio, viene fermato e ricoverato

Dopo il folle gesto Uber avrebbe anche tentato di suicidarsi, venendo però fermato appena in tempo dai Carabinieri intervenuti. L’uomo è stato quindi trasportato in ambulanza, sotto scorta dei militari, presso l’ospedale di Baggiovara dove è attualmente ricoverato, piantonato dalle forze dell’ordine. Le sue condizioni non sono gravi ed è fuori pericolo di vita.

Familiari in shock davanti alla tragedia

Sul luogo della tragedia sono giunti anche i familiari delle due vittime, sconvolti e attoniti di fronte all’orrore che si è consumato tra quelle mura domestiche. La strada è stata chiusa al traffico per consentire agli inquirenti di effettuare tutti i rilievi necessari a ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Indagini in corso per ricostruire la dinamica

I Carabinieri di Sassuolo, che stanno conducendo le indagini coordinate dalla Procura di Modena, dovranno ora stabilire cosa possa aver scatenato tanta furia omicida in Uber Capucci, incensurato e senza apparenti precedenti di violenza. Forse vecchi rancori e tensioni familiari repressi che sono erompendo in maniera tragica e incontrollabile, portando alla morte dell’anziana madre e del fratello. Un duplice omicidio che ha sconvolto la tranquilla cittadina di Vignola, dove tutti descrivono le due vittime come persone stimabili e l’omicida come un uomo tranquillo. Nessuno poteva immaginare che in quella villetta di via Torino si sarebbe consumata una simile tragedia familiare.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]