Sviluppata APP che valuta il livello di dolore dei gatti

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

I proprietari dei gatti possono ora gioire per un’innovazione che promette di preservare il benessere dei loro amati felini.

Come riportato da Ansa.it, una società tecnologica con sede a Tokyo ha recentemente lanciato un’applicazione che sfrutta l’intelligenza artificiale per rilevare eventuali segni di dolore nei gatti a seguito di infortuni o malattie, facendo affidamento principalmente sulle espressioni facciali degli animali.

In collaborazione con la Nihon University, i ricercatori hanno raccolto circa 6.000 foto di gatti, utilizzando un metodo sviluppato da un team di ricerca dell’Università di Montreal. Attraverso l’analisi di vari elementi, come la posizione delle orecchie, degli occhi e dei baffi, i risultati vengono inseriti in un sistema supportato dall’intelligenza artificiale, che determina se il felino sta provando dolore. L’azienda ha calcolato che il modello presenta un tasso di precisione superiore al 90%.

L’obiettivo di Carelogy Inc., sviluppatore dell’app, è quello di facilitare la diagnosi precoce e il trattamento attraverso l’utilizzo di questa tecnologia basata sull’intelligenza artificiale.

“Le ricerche per individuare i sintomi correlati al dolore negli animali domestici stanno progredendo rapidamente in Giappone e all’estero, e in futuro potrebbero essere sviluppate app simili basate sull’intelligenza artificiale”, ha dichiarato il Professore Ryuji Fukushima, esperto di medicina veterinaria presso l’Università di agricoltura e tecnologia di Tokyo. Ha, inoltre, aggiunto che l’impiego di tali strumenti nell’ambito della medicina veterinaria potrebbe contribuire all’eliminazione di eventuali errori diagnostici commessi dai veterinari, consentendo diagnosi più oggettive.

Attualmente, l’app è disponibile gratuitamente sul sito web dell’azienda, offrendo ai proprietari di gatti una risorsa preziosa per monitorare la salute dei loro amici pelosi. Questo nuovo sviluppo rappresenta un passo avanti nella cura degli animali domestici e potrebbe aprire la strada a futuri strumenti simili basati sull’intelligenza artificiale per il monitoraggio della salute degli animali.

Foto da DepositPhotos.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Alcuni sostengono che l’omosessualità sia innaturale. Ma cosa dice la natura a riguardo? In realtà esistono diverse specie animali attratte dallo stesso sesso. Alcuni animali sono eterosessuali, altri omossessuali e altri ancora si trovano in una via di mezzo. Naturalmente, non dobbiamo proiettare sugli animali la stessa immagine che abbiamo delle relazioni omosessuali tra esseri […]

Sono sempre più numerosi i proprietari di animali domestici che attivano una polizza assicurativa dedicata ai loro piccoli amici, per proteggerli in caso di problemi di salute e per tutelarsi nei confronti di soggetti terzi.  In sostanza, la polizza cane e gatto è sottoscritta dal proprietario dell’animale, e include sia la Responsabilità Civile, sia altre […]

Non tutti i gatti sono dolci e carini. Alcune razze sono infatti sconsigliate ai “genitori” alle prime armi. I gatti sanno farti innamorare, ma anche impazzire. Possono miagolare senza sosta, senza motivo apparente, graffiare i tuoi mobili costosi e rompere ‘accidentalmente’ gli oggetti più fragili. I gatti possono anche sgridarti all’improvviso e nonostante ci sia […]