Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Come ottenere il passaporto e come rinnovarlo? Ecco cosa bisogna sapere

Società - 22 maggio 2018 Vedi anche: Viaggi e Vacanze

Come ottenere il passaporto e come rinnovarlo? Ecco cosa bisogna sapere per avere il passaporto, in quali tempi e con quali costi.

Per i cittadini italiani che devono recarsi all’estero c’è la necessità di possedere il passaporto, un documento della durata decennale che va rinnovato alla sua data di scadenza.

Vediamo come ottenere il passaporto e come rinnovarlo, il costo del passaporto, i tempi rilascio del passaporto e così via, ma anche i casi particolari come la richiesta di passaporto urgente, il passaporto a domicilio e il passaporto per i minori. Ecco cosa bisogna sapere.

Il passaporto è un documento che viene rilasciato a tutti i cittadini italiani nelle Questure italiane e nelle rappresentanze diplomatiche e consolari all’estero. Oggi il vecchio passaporto cartaceo è stato sostituito da quello cartaceo elettronico, un libretto di 48 pagine dotato di un microchip in copertina con all’interno i dati anagrafici del titolare, la sua foto e le impronte digitali.

Dove presentare domanda di rilascio passaporto

La domanda per richiedere il passaporto può essere presentata presso i seguenti Uffici, possibilmente del proprio luogo di residenza oppure del luogo di domicilio:

  • Questura
  • Ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • Stazione dei Carabinieri
  • Sul sito della Polizia di Stato per richiederlo direttamente online eliminando le code di attesa

Se ci si reca presso il luogo di domicilio diverso da quello di residenza bisogna dimostrare le ragioni che giustifichino il perché non ci si rechi nella Questura di residenza e in tal caso ci sarà bisogno di un nulla osta di rilascio da inoltrare alla Questura del luogo di residenza.

LEGGI ANCHE: PASSAPORTO ON LINE ECCO CHE COSA FARE

I tempi di rilascio del passaporto

I tempi di rilascio del passaporto variano molto a seconda dell’ufficio in cui ci si è recati, della grandezza del comune di residenza e dalle altre domande in coda.

Se vi siete recati direttamente all’ufficio passaporti della Questura della città di residenza i tempi sono ridotti al minimo, in quanto quest’ultimo è l’Ente che si occupa direttamente del rilascio passaporti. Se invece vi siete recati in altri uffici o dovete attendere il nulla osta inoltrato dal comune di domicilio i tempi potrebbero allungarsi.

Ad ogni modo si tratta di un tempo che va dalle 3 alle 6 settimane. In rari casi, dove i comuni sono molto piccoli e le richieste sono poche, e soprattutto in casi di rinnovo, possono bastare anche 1-2 giorni. In caso di stretta necessità o di un viaggio già prenotato si può chiedere il rilascio d’urgenza. Per il passaporto urgente ci si può presentare direttamente in Questura muniti del proprio biglietto aereo prenotato e chiedere che i tempi di rilascio possano essere ridotti in via straordinaria. Generalmente vi è disponibilità da parte dei Funzionari degli Uffici, ma è comunque consigliato non ridursi mai all’ultimo e presentare la domanda sempre almeno un mese prima.

Modulo per passaporto e altri documenti da presentare

Nel richiedere il passaporto, l’interessato deve presentare un modulo prestampato con cui richiede il rilascio del documento. Si tratta di un modulo che potrà reperire già negli uffici in cui si reca per fare la richiesta. Inoltre dovrà allegare la seguente documentazione:

  1. Documento di riconoscimento in corso di validità di cui si consiglia di portare anche una fotocopia oltre all’originale
  2. Due fotografie formato tessera uguali e recenti. Se si indossano occhiali da vista possono essere tenuti nella foto solo se le lenti sono trasparenti e la montatura non altera la fisionomia. Lo sfondo delle foto deve essere bianco.

Come rinnovare il passaporto

Se si deve richiedere un nuovo passaporto per deterioramento o per scadenza, insieme alla documentazione deve essere consegnato anche il vecchio documento deteriorato o scaduto.

Quanto costa fare il passaporto

Oltre a questi documenti gratuiti (ad eccezione delle fototessere che hanno un costo di circa 10 euro) ci sono dei pagamenti da effettuare e di cui allegare ricevuta.

Ecco quali sono e quanto costa fare il passaporto cartaceo elettronico:

  • La ricevuta di pagamento per il passaporto ordinario: 42,50 euro da versare con bollettino sul conto corrente 67422808 intestato a Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro – indicando come causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Negli uffici postali sono disponibili dei bollettini precompilati
  • Un contrassegno amministrativo che può essere acquistato presso una rivendita di valori bollati dell’importo di 33,21 euro (e non più di 73,50 euro come fino al 2014, anno in cui fu abolita la tassa annuale del passaporto).

Casi particolari: passaporto a domicilio e passaporto per i minori

Passaporto a domicilio

Il servizio passaporti a domicilio ha preso il via dal 27 ottobre 2014: grazie a una convenzione con Poste Italiane è possibile, per i cittadini che ne fanno richiesta, ricevere il passaporto direttamente a casa al costo di 8,20 euro da pagare in contrassegno. Il cittadino che vuole che il passaporto sia consegnato a casa deve compilare una busta consegnata dalla Questura, compilando le informazioni relative al domicilio dove intende ricevere il passaporto. Il cittadino, dopo aver compilato la documentazione necessaria, otterrà una ricevuta con il codice per tracciare la spedizione. Se il documento non viene ritirato entro 30 giorni sarà riconsegnato all’ufficio Passaporti.

Passaporto per i minori

Dal 27 giugno 2012 l’iscrizione del minore sul passaporto dei genitori non è più valida, quindi il minore può viaggiare al di fuori dell’Unione Europea soltanto se in possesso di un documento di viaggio individuale. Un genitore può richiedere il passaporto del figlio minore  solo con l’assenso dell’altro genitore, indifferentemente dal fatto che siano conviventi, coniugati, separati o divorziati; questo per tutelare il minore. Il genitore non richiedente deve firmare l’assenso davanti al Pubblico Ufficiale. Se non si è in possesso di tale assenso si deve presentare il nulla osta rilasciato dal Giudice Tutelare. Se il genitore che deve dare il suo consenso è impossibilitato a presentarsi per firmare la dichiarazione, in alternativa si può presentare una fotocopia del documento del genitore assente con firma originale con una dichiarazione di assenso scritta e firmata in originale.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA