Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Cosa fare se ci si dimentica di prendere la pillola anticoncezionale?

Salute - 13 settembre 2017 Vedi anche: Sessualità

Donne e contraccezione: cosa fare se ci si dimentica di prendere la pillola anticoncezionale? Scopriamo come intervenire in modo tempestivo e corretto!

A quante di noi è capitato, per un motivo o per l’altro, di dimenticare di prendere la pillola anticoncezionale? Ed è stato subito panico. Ma non dovete temere! Potete agire in modo intelligente valutando la situazione nel suo complesso, a partire dal numero di pillole saltate, dal periodo del ciclo in cui vi trovate e dall’avere avuto o meno dei rapporti sessuali non protetti. Ecco tutto quello che bisogna sapere e cosa fare se ci si dimentica di prendere la pillola anticoncezionale!

Innanzitutto è importante dire che se sono passate poche ore rispetto al solito orario non succede nulla: basterà prendere la pillola appena possibile e continuare con il blister come se niente fosse. Se, invece, si ritarda l’assunzione della pillola anticoncezionale di oltre 12 ore, non è il caso di prendere la pillola dimenticata poiché assumere due compresse nello stesso giorno può provocare problemi di sovradosaggio, con effetti collaterali come nausea, mal di testa e gonfiore.

Se si verificano delle perdite durante il mese non vuol dire necessariamente che l’effetto contraccettivo sia svanito e nemmeno che si sta avendo la mestruazione, dal momento che si potrebbe trattare solo di una conseguenza dello sbalzo ormonale provocato dalla dimenticanza della pillola contraccettiva. Se le perdite persistono conviene rivolgersi al ginecologo o al proprio medico di base.

Inoltre, se la dimenticanza è di una sola pillola, il rischio gravidanza tanto temuto c’è, ma non è molto elevato. Per evitare sorprese, però, è meglio prestare attenzione per tutto il mese successivo e utilizzare un metodo contraccettivo in più, come il preservativo.

È necessario prestare maggiore attenzione se si dimentica di prendere la pillola anticoncezionale durante la prima settimana, dopo la pausa dei 7 giorni, poiché il rischio di gravidanza diventa più elevato. È fondamentale usare contraccettivi di barriera durante il mese successivo e rivolgersi al ginecologo se si sono avuto rapporti sessuali non protetti nei cinque giorni prima, per valutare l’eventuale assunzione della pillola del giorno dopo.

Per evitare di dimenticare la pillola anticoncezionale bisogna creare una ritualità intorno all’assunzione, prendendola in concomitanza con gesti e azioni che fanno parte della routine quotidiana, più o meno alla stessa ora, come ad esempio il momento di andare a letto o quello della pausa pranzo.

Se non avete una vita molto regolare e temete di scordarvela, potete anche considerare altri metodi contraccettivi che non richiedono costanza giornaliera, come il cerotto anticoncezionale, da sostituire una volta a settimana, o l’anello vaginale, da cambiare una volta al mese.

Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA