Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Capillari fragili: di cosa si tratta e quali sono le buone abitudini per prevenirli

Salute - 6 settembre 2017

Ecco tutto quello che dovreste sapere a proposito di capillari fragili: quali sono le cause e i rimedi naturali per prevenire un problema che ha risvolti anche a livello estetico?

Il medico vi ha detto che avete i capillari fragili o avete notato che i capillari si spezzano e spesso sulle gambe avete dei lividi che non sapete in che modo vi siete procurati? Si tratta di fragilità capillare e le cause possono tante, dunque scopriamo di cosa si tratta e quali sono i modi per prevenire i capillari fragili che tendono a spezzarsi.

Cause dei capillari fragili

Può trattarsi di una carenza di tipo alimentare o di un effetto collaterale dovuto ad alcune categorie di farmaci, ma può essere anche una conseguenza degli anni che passano e dell’invecchiamento; inoltre ci sono alcuni soggetti più predisposti di altri. Insomma, le cause dei capillari fragili e rotti possono essere svariate, specialmente in relazione alle zone del corpo in cui si notano capillari spezzati. L’alcol, il fumo e la carenza dei vitamina C sono tra le concause principali, insieme ad altre cattive abitudini come l’eccessiva esposizione al sole. Se il problema riguarda soprattutto gambe e cosce, allora potrebbe trattarsi di un problema circolatorio, che ovviamente peggiora se si sta molto tempo seduti o nella stessa posizione.

Capillari fragili? Ecco i rimedi per prevenirli

In generale per rimediare a questo problema dovremmo risalire alla causa che provoca fragilità capillare e dovremmo aiutaci con farmaci da banco pensati appositamente per i soggetti che hanno problemi di capillari, anche se dovrebbe comunque essere il medico a consigliarvi il trattamento in relazione al vostro caso specifico. Nel frattempo, però, sarebbe il caso di fare il pieno di vitamina C.

La strategia più importante riguarda la prevenzione e i rimedi naturali per rendere più forti i capillari. Bisognerebbe cominciare proprio dall’alimentazione, cercando di compensare eventuali carenze di vitamine ed evitando piatti troppo caldi, troppo piccanti o eccessivamente salati. Bisognerebbe anche limitare anche il consumo di alcol, caffè e bevande gassate e dare priorità ad alimenti ricchi di flavonoidi, un toccasana per la circolazione, per cui via libera a frutta  e verdura, e al prezzemolo che contiene sia vitamina C che bioflavonoidi. Sarebbe anche il caso di assumere, per brevi periodi, integratori alimentari. Un ottimo rimedio per i capillari fragili, inoltre, è l’arnica, che ha effetti antidolorifici e antinfiammatori, da usare a livello topico nella zona interessata.

LEGGI ANCHE:

Gambe gonfie, prevenire i sintomi dell’insufficienza venosa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA