Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Adolescenza, 4 consigli per aiutare le piccole donne a valorizzarsi

Mamma - 14 giugno 2017

SOS adolescenza, 4 consigli per aiutare le piccole donne a valorizzarsi in modo semplice e positivo. Scopriamo insieme come fortificare queste giovani ragazze in una delle fasi più complicate e delicate della vita!

  • L’adolescenza è un periodo delicato che tutte noi abbiamo passato, caratterizzato da cambiamenti fisici e psicologici, nuove esperienze e primi contrasti con se stessi e con i propri famigliari. Spesso vivere sotto lo stesso tetto con una ragazzina adolescente è una vera e propria guerra quotidiana in cui sai che dovrai sicuramente indossare una bella armatura resistente, ma dove il campo di battaglia è sempre nuovo e diverso. Un giorno si sente brutta, un altro insicura e quello dopo ancora si sente una super donna pronta a sfidare tutto e tutti. Se siete alle prese con una giovane donna pronta a sbocciare, ecco 4 consigli per aiutare le piccole donne a valorizzarsi e vivere questo momento di transizione nel migliore dei modi.

  • “Mamma, sono brutta!”

    ragazza

    Come convincere la propria figlia di non essere così brutta come si vede allo specchio? Questa è una degli scogli più difficili da superare perché durante l’adolescenza la percezione di sé e del proprio aspetto fisico è totalmente distorta. Un buon modo per farle fare pace con lo specchio è provare a dare il giusto peso all’aspetto estetico, tenendo sempre un confine netto tra la cura di sé e l’ossessione per la perfezione. Aiutala ad essere più carina senza esagerare, magari iniziando tu stessa a prenderti in giro quando ti specchi con lei sorridendo di alcuni tuoi piccoli difetti. Impara anche a dirle più spesso che è bella, esaltando la sua bellezza naturale e fresca, non solo quando ha un bel vestito per un’occasione speciale.

  • “Mamma, sono grassa?”

    corpo

    Un altro muro da scavalcare riguarda la questione “peso”. Gli adolescenti tendono a vedersi grassi perché il fisico spesso è in evoluzione e le prime forme cominciano a farsi notare. Le piccole rotondità di fianchi e seno cominciano a definire meglio il corpo delle ragazze e spesso non è semplice vedersi cambiate e accettare il nuovo aspetto così diverso da prima. È molto importante avere un buon rapporto con la bilancia, tenendola il più possibile lontana dalle ragazzine. Il peso, infatti, non deve diventare un’ossessione quotidiana ed è opportuno evitare di parlare continuamente di peso, cibo e diete ipocaloriche, assecondando la moda del momento. La mamma è il primo esempio per una figlia adolescente e se la madre si nutre solo di yogurt, frutta e insalata, la ragazza percepirà il cibo come qualcosa di sospetto e da evitare, sviluppando un atteggiamento sbagliato nei confronti di esso. Se poi qualche chiletto in più effettivamente c’è, evitate di farglielo notare ma provate a cambiare le vostre abitudini e lo stile vita, optando per una camminata in più e iniziando a fare le scale di casa al posto di prendere l’ascensore.

  • “ Mamma, (non) sono popolare!”

    popolarità

    La popolarità è sempre stato un must per tutte le generazioni, ma oggi forse tra social network, foto, tag e commenti, il mondo del web può diventare davvero crudele. Le situazioni che si possono verificare sono principalmente due: popolarità o impopolarità. Entrambe non sono facili da gestire perché se vostra figlia si sente la ragazza impopolare della scuola, tagliata fuori dal gruppo che conta, potrà sentirsi complessata, inferiore, rifiutata e mai abbastanza, se invece è la reginetta della scuola, potrà sviluppare un atteggiamento da superstar o da bulletta, assumendo un comportamento fastidioso e discriminante nei confronti delle coetanee. Per capire meglio come vostra figlia adolescente vive la popolarità, puoi chiederle in modo diretto come si rapporta con gli altri, se ad esempio è succube di qualcuno o se invece è lei a dettare le regole. Nel primo caso dovrai farle capire quanto vale e quanto sia importante avere una propria personalità da difendere e rispettare, mentre nel secondo caso è importante riportarla con i piedi per terra facendole capire che lei vale tanto quanto le altre ragazze e che ogni diversità è apprezzabile e da valorizzare.

  • “Mamma, cosa devo fare da grande?”

    ragazza studio

    Come far sentire vostra figlia apprezzata e di valore per poter trovare la sua strada in totale serenità? Spingendola a diventare ciò che è e vuole essere. Per farlo, potete portarle degli esempi femminili di grande successo, facendole conoscere dei modelli positivi di ragazze o donne che hanno seguito le proprie ambizioni credendo nelle proprie capacità. E se sono ancora nella fase del “non so fare niente” o del “non ce la farò mai”, applicate la tattica dell’incoraggiamento e del complimento a profusione, gratificandola ogni volta che raggiunge un piccolo traguardo che ha richiesto impegno e determinazione, infondendole così fiducia in modo spontaneo e naturale. Ricordatevi poi che le vostre ambizioni, i vostri insuccessi o le vostre occasioni sprecate non devono diventare un fardello sulle spalle di vostra figlia: deve avere la possibilità di vivere la propria vita al meglio secondo le proprie inclinazioni.

    Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA