Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Come congelare le melanzane: cubetti o fette per tutto l'anno

Cucina - 16 agosto 2013

Cubetti o fette, cosa preferite? Melanzane congelate per tutto l'anno: noi le mangeremmo pure a colazione!

Le melanzane sono un ortaggio ampiamente versatile: le adoriamo in tutte le preparazioni in cui è possibile utilizzarle, ce ne mangeremmo a quintali per 365 giorni all’anno. Potrete congelarle in modo semplice seguendo dei piccoli accorgimenti: prima di essere congelate, infatti, le melanzane dovranno essere pulite, tagliate a fette e sbollentate leggermente. In alternativa a questo metodo, potete congelarle dopo averle cotte al forno oppure ancora crude e preparate per essere utilizzate in una parmigiana (cioè, pastellate e fritte).

Dovete procurarvi:

  • coltello affilato
  • pelaverdure
  • spazzolina per verdure
  • pentola capiente
  • ciotola grande
  • cubetti di ghiaccio
  • succo di limone
  • contenitori per congelatore
  • pellicola trasparente
  • teglia da forno
  • fogli di alluminio
  • forchetta
  • guanti da forno
  • carta da forno

Procedimento

  1. Scegliete sempre delle melanzane fresche: più saranno freschi i vostri ortaggi, meglio si conserveranno nel congelatore. Prendete delle melanzane al giusto punto di maturazione: devono essere sode e con il colore della buccia scuro ed uniforme (la varietà delle melanzane nere, le più comuni, tendono a resistere di più una volta congelate rispetto alle melanzane cinesi viola o alla varietà thailandese ma, tecnicamente, tutti i tipi di melanzane possono essere congelati. Ricordatevi soltanto che la polpa delle melanzane tenderà ad ammorbidirsi dopo essere stata congelata, ma questo non dovrebbe rappresentare un problema se, una volta scongelata, dovrete utilizzarla per cucinare).
  2. Lavate le melanzane
  3. Sciacquatele sotto acqua corrente fredda
  4. Strofinatele con le mani per rimuovere eventuali residui di terra e sporcizia (se vi sembrano particolarmente sporche potete pulirle utilizzando un’apposita spazzola per verdure)
  5. Utilizzate un coltello affilato ed iniziate a tagliarle rimuovendone la parte del picciolo e quella finale (l’estremità)
  6. Per rimuovere la pelle usate un pelaverdure: iniziate a sbucciare partendo da una delle due estremità appena tagliate
  7. Adesso, usando un coltello affilato, potete tagliare la melanzana a fette ( o, se preferite, a cubetti) dello spessore di circa 5-8 mm
  8. Siate veloci nell’eseguire quest’ultima operazione e tagliate solo la quantità di melanzane che riuscite a sbollentare in una volta (la melanzana, una volta privata della buccia e tagliata a fette, tende ad annerirsi dopo circa 30 minuti per via dell’ossidazione della polpa a contatto con l’aria)
  9. Fate bollire dell’acqua in una pentola capiente
  10. Riempite la pentola per circa 2/3 della sua capienza e mettetela a fuoco alto
  11. Aspettate il tempo necessario perché l’acqua arrivi a bollore
  12. Aggiungete del succo di limone all’acqua di cottura
  13. Versate in pentola circa 125 ml di succo di limone fresco ogni 4 litri di acqua (il succo di limone è un antiossidante naturale e protegge le melanzane senza modificarne in modo eccessivo il sapore)
  14. Preparate una ciotola capiente con acqua e ghiaccio (la ciotola dovrebbe avere la stessa capacità della pentola che state usando in modo da poter contenere tutte le melanzane in cottura)
  15. Usate molto ghiaccio per essere certe che la temperatura dell’acqua sia molto bassa
  16. Sbollentate le melanzane: tuffate nell’acqua bollente tutte le fette di melanzana che avete tagliato e lasciatele bollire per circa 4 minuti (questa cottura veloce elimina gli enzimi responsabili del deperimento della melanzana nel lungo periodo)
  17. Potete utilizzare la stessa acqua per sbollentare le melanzane in più volte fino ad un massimo di 5 (ricordatevi che potrebbe essere necessario aggiungere acqua e succo di limone per rimpiazzare i liquidi evaporati)
  18. Scolate velocemente le fette di melanzana e tuffatele in acqua e ghiaccio: aiutatevi con una schiumarola e, appena pronte, scolate le melanzane ed immergetele nella ciotola con acqua e ghiaccio (in questo modo fermerai velocemente il processo di cottura)
  19. Lasciate raffreddare le fette di melanzana in acqua e ghiaccio per circa 4-5 minuti o finché non saranno completamente fredde (aggiungete altro ghiaccio, se necessario, per mantenere la temperatura dell’acqua molto bassa)
  20. Scolate le melanzane ed asciugatele
  21. Rimuovete le fette di melanzana utilizzando un mestolo o un cucchiaio forato e sistematele in uno scolapasta (o su diversi strati di carta assorbente)
  22. Sistemate con cura le melanzane in un contenitore adatto al congelamento (potete utilizzare anche dei sacchetti per alimenti: se utilizzate dei sacchetti di plastica per questo passaggio cercate di chiuderli rimuovendo più aria possibile dal loro interno)
  23. Non dimenticate di annotare la data in cui avete preparato le melanzane per sapere sempre da quanto tempo le state conservando nel congelatore
  24. Potete procedere anche separando i vari strati di melanzane con della pellicola per alimenti: questo suggerimento è molto utile per poter scongelare solo le fette di melanzane che servono alla vostra preparazione, lasciando congelate le altre
  25. Le melanzane congelate in questo modo possono essere conservate in sicurezza fino a 9 mesi.

UTILISSIMI ANCHE:

 

Articolo scritto da: Emanuela Delle Grottaglie

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA