Domenica In, Wanda Nara e la leucemia: “Ho paura di lasciare i miei figli”

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Ospite di Mara Venier nel salotto di Domenica In, Wanda Nara, si è raccontata a cuore aperto aprendosi su tanti aspetti della propria vita. La showgirl argentina si è raccontata senza filtri sia dal punto di vista sentimentale che professionale, ma, soprattutto, personale e intimo poiché ha parlato della sua malattia, la leucemia, e del dolore che ha provato anche per il modo in cui ne è entrata a conoscenza. Scopriamo, di seguito, e sue toccanti parole.

Wanda Nara, da moglie di Icardi a icona femminile

Quella di Wanda Nara è stata una carriera in ascesa. Partita dall’essere conosciuta come moglie e manager del noto calciatore argentino Mauro Icardi, nel tempo si è fatta conoscere ( e apprezzare) come donna di spettacolo e icona femminile che va contro i soliti clichè. Lei che la sua femminilità la esprime con le sue forme generose e con la sua vita di madre, tra ciucci e pannolini, che nulla toglie al suo sex appeal e che, al contrario la esalta e la magnifica ogni giorno, oggi rappresenta un modello per tante donne.

Wanda Nara e la leucemia

Non solo fama e successo. La showgirl argentina, prima di essere una donna di successo è una persona come tante e, in quanto tale, vulnerabile ed esposta alle umane sofferenze che, come spesso accade, nel caso dei Vip, si amplificano fino al paradosso come nel caso di Wanda Nara che, dopo i primi controlli in ospedale, è venuta a conoscenza di avere la leucemia dalla televisione mentre i figli dai canali social.

Wanda Nara: “Ho paura di lasciare i miei figli”

“Ho iniziato a urlare”, ha raccontato a Ballando prima di riprendere il discorso il giorno dopo a Domenica In. «I miei bambini lo hanno scoperto su internet. Penso di aver accettato Ballando con le Stelle per pensare ad altro, per impegnarmi in qualcosa che non mi facesse riflettere sulla notizia che avevo ricevuto», ha detto Wanda Nara, confessando di avere avuto un’unica paura. «Quando sei mamma, l’unica paura che hai è lasciare i tuoi bambini da soli. Sono piccoli, hanno ancora bisogno di me», ha detto Wanda a Mara Venier in un’intervista lunga e sentita.

Wanda nara e Mauro Icardi
Wanda nara e Mauro Icardi

“I giornali hanno deciso per me”

“È una cosa talmente personale e privata che avrei voluto affrontarla a modo mio. Se avessi potuto scegliere, l’avrei tenuta per me. Avrei voluto capire con la mia famiglia cosa fosse e capire come affrontarla. Invece, i giornali hanno deciso per me”, ha ripreso Wanda Nara a Domenica In, ricordando che, appena scoperta la leucemia, il marito Mauro Icardi cercava su internet i posti migliori del mondo dove avrebbero potuto curarla. «Il vero amore lo vedi quando stai male», ha detto Wanda Nara,

Wanda Nara a Ballando con le Stelle

Da quando i giornali hanno riportato la notizia della sua leucemia  Wanda Nara ha cercato il più possibile di sviare l’argomento, concentrandosi sulla sua famiglia e, da un po’ di mesi a questa parte, sulla sua avventura a Ballando con le Stelle. La semifinale del programma ha consentito alla showgirl di spiegare per la prima volta di aver appreso della sua diagnosi dalla televisione mentre era ricoverata in ospedale. 

L’amore tra Wanda Nara e Mauro Icardi

Wanda Nara ha anche ripercorso i 10 anni di amore con Mauro Icardi: “All’inizio è stato complicato, visto che io ero sposata e avevo tre bambini. L’ho conosciuto che aveva 17 anni. Ricordo che poco tempo dopo il mio divorzio mi ha chiesto di raggiungerlo a Milano per vederlo, ma io gli ho detto che non potevo: lì ha capito che volevo una storia seria, ed è per lì che mi ha detto che avrebbe voluto formare una famiglia con me”.

Wanda Nara e Mauro Icardi
Wanda Nara e Mauro Icardi

“In Italia mi sento a casa”

E, infatti, come sappiamo, tutto è andato per il verso giusto: “Ci siamo sposati cinque mesi dopo esserci messi insieme. Ha visto subito i miei bambini come i suoi e, sulla possibilità di avere dei maschietti, preferiva non pensarci perché non voleva che subissero la pressione di diventare calciatori. Il caso ha, quindi, voluto che avessimo due bambine”. E per quanto riguarda la gelosia? «All’inizio ero gelosia di lui. Lui di me, invece, un po’ di più. Gli piace fare il cinema”, ha detto Wanda Nara ricordando di essere arrivata in Italia come “la moglie di un calciatore” e di aver faticato non poco per farsi conoscere. Soprattutto perché la sua prima esperienza a Tiki Taka sembrava aver tirato fuori “il lato peggiore di me”, “visto che io dicevo una verità che gli altri non volevano sentire”. Il risultato di quel lavoro su sé stessa è semplice e sotto gli occhi di tutti: “Oggi non mi sento straniera in Italia. Mi sento a casa”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Nonostante il pubblico li abbia visti complici ed affiatati all’ultimo Festival di Sanremo, negli ultimi giorni si sono rincorse le voci di un possibile scioglimento del noto trio, nato nel 2009 nel talent RAI “Ti lascio una canzone”. Il Volo è davvero ai ferri corti? Il recente litigio nel corso di un’intervista a Radio Number […]