Vado in vacanza…a casa tua!!

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Prima eravamo un popolo diffidente, conservatore e geloso del focolare domestico, ma evidentemente ci stiamo evolvendo. Importando usanze dall’estero.
Vediamo meglio di cosa si tratta.

Per chi non lo conoscesse lo scambio di casa, consiste nell’offrire la propria abitazione in cambio di un’altra, ossia voi trascorrete le vacanze nella casa di un altro e l’atro le trascorre in casa vostra.

In pratica, con quest’innovativo modo, bisogna sostenere il costo dei mezzi di trasporto per arrivare a destinazione, benzina, treno o aereo (se si riesce a trovare anche un volo low cost il risparmio è garantito) e la spesa alimentare, quanto fa parte perciò della quotidianità di ognuno, le spese quindi sono equiparabili a quelle giornaliere o meglio ai soldi che inevitabilmente si spendono pur restando a casa propria.

Tenendo conto di tutto questo, si può dire che, questo modo di viaggiare garantisce un forte risparmio per vacanzieri singoli ma anche coppie e famiglie.
Esistono vari siti dove è possibile effettuare il “baratto”.

Il primo soprattutto per sicurezza e precisione è homelink (www.homelink.it), non è gratuito ma questo perché offre servizi e sicurezze in più.
E’ utile perciò a chi è titubante nel lanciarsi ( oppure preferisce arginare eventuali rischi il più possibile) infatti offre supporto, informazioni, assistenza, garanzie, e persino la possibilità di stipulare un’assicurazione.
Ci sono poi, portali più generici e a costo zero come:

www.scambiocasa.com
www.4homex.com/scambiocasa.htm
it.homeforhome.com/
www.e-barty.it/e-barty/index.jsp (questo sito è sul baratto in generale si può barattare qualsiasi cosa e può risultare molto utile).

Qui basta inserire la propria dimora, con aggiunta di descrizione e foto, si decide se proporla per un week-end, una settimana, un mese, e né si chiede in cambio un’altra.Fatto questo, ci si accorda personalmente in base alle richieste, per soggiornare gratis in altre località Italiane, Europee, Americane o addirittura Australiane.

Dopo aver spiegato di cosa si tratta inseriamo un VADEMECUM (redatto da Annalisa Rossi Pujatti e pubblicato nel website di Homelink) per chi desidera tentare questa nuova avventura.

La scelta delle destinazioni
E’ consigliato di non limitare il progetto ad una sola scelta ma, di prevedere più luoghi di vacanza così da trovare più scelte allettanti ed esplorare luoghi anche poco conosciuti.

Primi contatti
Non attendete che siano gli altri a cercarvi. Per i primi contatti preparate una lettera dattilografata che potrete riprodurre in più copie.
Naturalmente inizierete a scrivere a coloro che hanno indicato I (Italia) come prima destinazione, non esitate comunque a mettervi in contatto anche con un associato che ha espresso una diversa preferenza. Spiegate ai vostri corrispondenti i motivi per cui gradirebbero la vostra regione, la vostra città, la vostra casa, le possibilità di praticare degli sports, visitare musei, luoghi storici, in altre parole tutto quello che pensate possa interessare. Sottolineate le peculiarità della vostra casa ma senza esagerare nei commenti. Siate precisi sul numero di persone che viaggeranno con voi, eviterete la possibilità di vedere lo scambio sfumare all’ultimo minuto. Allo stesso modo non dimenticate di chiedere quanti occuperanno la vostra casa.

Una selezione intelligente
Le inserzioni sono moltissime. Per trovare quelle più adatte a voi, noi consigliamo di procedere per esclusione. Per prima cosa, di quanti posti letto avete bisogno? In che periodo potete viaggiare? Che cosa cercate: mare, montagna, capitali, tranquillità? Pensate che siano interessati a scambiare con voi? In questo modo ridurrete notevolmente il campo di ricerca. Non fate mai lo scambio alla cieca e utilizzate il buonsenso. Evitate, per esempio, di prendere in considerazione chi non si presenta chiaramente o omette cose importanti perché questo può essere segno di trascuratezza.

L’accoglienza
Preparate la vostra casa in previsione degli ospiti, sapendo che anche loro
desiderano trovare un ambiente pulito ed in ordine e che, soprattutto, risponda alla descrizione del libro. Lasciate a disposizione qualche armadio e, naturalmente, biancheria pulita da camera e da cucina a sufficienza. Se vi è possibile, fate trovare in frigorifero beni di prima necessità quali: latte, pane, frutta o verdura, un vasetto di salsa o magari una vostra specialità in freezer.
Fateli, cioè, sentire a casa loro. Molto verrà apprezzato se lascerete qualche indicazione per quel ristorantino “un po’ speciale” o per qualche escursione ad una località che non troverebbero mai da soli; una lista di luoghi da non perdere e, per scaramanzia, il numero di telefono dell’Ospedale più vicino, del medico, l’ubicazione della farmacia, ecc. . Agite cioè, come vorreste facessero con voi e come molto spesso davvero fanno. Va da sé che lascerete la loro casa in ordine alla vostra partenza anche se, a volte, lo sarà più di come l’avete trovata.
Buona l’idea di mettere al sicuro oggetti fragili o preziosi o che comunque stiano meglio custoditi in un armadio che alla portata di bambini.

Precauzioni da prendere
Mettete il vostro accordo per iscritto. Non esitate a porre domande ben precise per evitare dubbi. Telefonate al vostro scambista, naturalmente se non avete difficoltà linguistiche; al telefono ci si conosce meglio.
Chiedete di ricevere foto e referenze, se possibile. Se le une o le altre tardano ad arrivare, fate suonare il vostro campanello d’allarme. Una volta preso l’impegno continuate comunque a tenere vivi i contatti, è sempre bene “rinfrescare la memoria”.

Gli animali domestici
Lo scambio casa spesso coinvolge famiglie che possiedono animali domestici e che non desiderano lasciarli in un ricovero. Troverete quindi la sigla “pc” (pet care). Usatela se è il vostro caso. Voi amate i vostri animali e desiderate che qualcuno, se non potete farlo voi, si prenda cura di loro. Segnalate subito la loro presenza, fin dai primi contatti e lasciate delle istruzioni su come averne cura. Molte sono le famiglie che possono amare l’idea si seguire i vostri “compagni di gioco”, alcuni, però, potrebbero non apprezzare la sorpresa. Se accettate di occuparvene sappiate, in ogni caso, che questo comporta un impegno, anche se vi darà certamente delle soddisfazioni.

Chi paga cosa?
Decidetelo subito. Generalmente le spese correnti, quali acqua, luce, etc…sono a carico del padrone di casa. Per quanto riguarda il telefono è accettata una breve telefonata per avvertire che si è arrivati in buona salute. Se ci sono casi di necessità l’ospite, si regola con un pò di buonsenso, lasciando del denaro che corrisponda alla spesa o un mazzo di fiori, avvertendo di aver dovuto telefonare ma che non si sa qualificarne il costo. Non lasciate che lo scoprano con la prima bolletta, potreste rovinare il ricordo di un bello scambio per pochi euro. Lo stesso vale se utilizzerete qualche bottiglia del loro vino o dei loro liquori, bastano poche parole e si ricorderanno di voi volentieri.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Sardegna significa tante cose: tradizioni millenarie, gastronomia ricercata, folclore, storia, arte e archeologia. Sì, la Sardegna è tutto questo, mescolato alla sfolgorante natura, al turchese accecante del suo mare e al bianco sfavillante della sabbia setosa delle sue spiagge, ma è anche sfrenata vita notturna, yacht di lusso, case favolose, vip e personaggi del jet […]

Con il mese di agosto, ci avviciniamo sempre di più verso le attesissime ferie ed è tempo quindi di preparare la valigia. Una scelta logistica è quella di preparare una lista da spuntare, così da non dimenticare niente. L’ideale è quello di partire con più cose possibili senza sovraccaricare i bagagli. L’indispensabile per viaggiare leggeri […]

Si avvicinano le ferie e finalmente possiamo preparare la nostra amatissima valigia. A volte accade però che quando la prepariamo, tendiamo a non fare abbastanza spazio per tutto. Tutto questo non dipende soltanto dal fatto che portiamo tante cose, ma anche da come sistemiamo tutto. Ecco le regole per la valigia perfetta! Prepara tutto sul […]

Anche quest’anno è finalmente tornata la primavera: cosa c’è di meglio di festeggiarla viaggiando un po’ con la fantasia, magari per farsi venire qualche idea da mettere poi in pratica quando arriverà l’estate? Dopo i rigori dell’inverno e viste le difficoltà di questi ultimi due anni, ci sembra una cosa sacrosanta! E dunque, via: che ne […]