Come gestire la sessualità durante la menopausa?

di Alice Marchese

Menopausa e sessualità sono due tematiche che richiedono un’adeguata attenzione. A volte si pensa che una cosa escluda l’altra per via di alcuni sintomi che a volte coinvolgono il rapporto di coppia o la vita sessuale della donna in sé. Ma ad ogni problema c’è sempre una soluzione pronta a sbrogliare qualunque dubbio. Vediamo quali sono i fattori più comuni che coinvolgono le donne.

Calo del desiderio sessuale

Il nostro desiderio sessuale non è solo una questione ormonale. Esso è legato prima di tutto alla nostra psiche: fantasia, serenità, immaginazione e relax sono alla base della componente psicologica per un buon sesso, e questo vale per tutte le età!

Da un punto di vista biologico, invece, il desiderio sessuale nasce dall’armonia tra estrogeni, progesterone e un pizzico di androgeni.

La durata e l’intensità degli orgasmi durante la menopausa

Durante la menopausa gli orgasmi si riducono in termini di durata e intensità. Questo è estremamente normale ed è sempre dovuto al calo di ormoni e ai cambiamenti del corpo femminile andando avanti con l’età.

L’orgasmo è un riflesso sensitivo-motorio, innescato da numerosi stimoli fisici e mentali. Questo richiede un adeguato “supporto” neurovascolare e neuromuscolare per favorire le contrazioni ritmiche della muscolatura vaginale, uterina, anale, supporto che tende ad indebolirsi con l’invecchiamento dei tessuti del corpo.

Secchezza e dolore durante il rapporto

Anche l’eccitazione e la conseguente lubrificazione delle pareti vaginali dipende dal giusto accordo tra i vari ormoni estrogeni e androgeni.

A molte di noi capita infatti di dover affrontare il problema della secchezza vaginale. In alcuni casi può rendere davvero dolorosi i rapporti sessuali in menopausa (circa il 31-39% delle donne in menopausa prova dolore durante il rapporto con il proprio partner).

Sessualità in menopausa: rimedi ai problemi più frequenti

Sono diversi i rimedi che possono aiutarci a vivere meglio la sessualità durante la menopausa, da quelli farmacologici a quelli correlati alla componente psicologica.

Quest’ultima è certamente quella che deve avere l’attenzione maggiore: dobbiamo sforzarci di parlare con il nostro partner, di comunicargli le nostre insicurezze e i nostri timori. Ci si può rivolgere anche ad una specialista.

L’importante, come sempre, è il dialogo.

Gel e creme lubrificanti

Sul mercato sono presenti tanti prodotti come gel e creme lubrificanti che ci danno la possibilità di superare il problema della secchezza vaginale.

L’applicazione di questi prodotti garantisce un sollievo immediato alla secchezza vaginale, senza dover ricorrere alla terapia estrogenica vaginale.

È consigliato l’utilizzo di creme a base acquosa, dal momento che le preparazioni a base lipidica (oleosa) possono danneggiare il lattice del preservativo, e agire negativamente sul Ph vaginale stesso.

Esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel consistono in una serie di esercizi da praticare quotidianamente, per restituire elasticità e tonicità al muscolo perineale e sciogliere il riflesso di contrazione che si ha soprattutto in risposta alla secchezza vaginale.

Questi esercizi aiutano anche ad aumentare la sensibilità vaginale e il piacere sessuale e aiutano a contrastare i fastidiosi disturbi urinari della menopausa.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

3 min

I risultati di pulizia che ottieni con i normali spazzolini non ti sembrano mai soddisfacenti? Questo è molto probabile, poiché i normali spazzolini non riescono mai a penetrare in profondità tra un dente e l’altro, in fondo alle cavità e nei pressi delle gengive. Per garantire una pulizia e un’igiene veramente profonde è necessario affidarsi […]