La dieta dell’estate. Scopri come superare la prova costume

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Rimettersi in forma prima di partire per le vacanze non é impossibile, basta solo un po’ di buona volontà e qualche piccolo sacrificio. Certo non esiste dieta universale che possa garantire miracoli per tutti, ma di certo una corretta alimentazione e un sano esercizio fisico vi aiuteranno a perdere i chili di troppo prima delle vacanze.

Il primo passo verso il superamento della prova costume inizia al supermercato. Dovete assolutamente bandire dalla vostra spesa i cibi killer della linea. Se non avrete in casa dolciumi e merendine sarà più facile non cadere in tentazione. Per dimagrire mangiate invece in grandi quantità frutta e verdura, cibi che tra l’altro d’estate sono particolarmente freschi e gustosi.

Privilegiate i vegetali crudi e di stagione perchè contengono più vitamine, ma attenzione al condimento. Per insaporire le verdure usate poco, anzi pochissimo, olio. Potete invece abbondare con le spezie, il limone e l’aceto balsamico. Limitate anche il sale, che provoca ritenzione idrica e di certo non vi aiuterà nella lotta contro la cellulite, nemico numero uno delle donne, specie durante l’estate.

Mangiate la frutta lontano dai pasti, come spuntino: é molto più salutare e dietetica di una brioche. Potete concedervi come spuntino anche uno yogurt (ed occasionalmente un gelato) ma sceglietelo sempre magro e senza zuccheri aggiunti.

Non eccedete nel consumo di pasta e pane e preferite sempre i cerali integrali che sono ricchi di fibre e vi aiuteranno a perdere peso tenendo attivo il vostro intestino.

Bevete molto, almeno due litri al giorno di acqua. Sono invece da evitare le bevande zuccherate ed ipercaloriche come bibite gassate, succhi di frutta o alcolici.

Ma non basta limitare il cibo per perdere peso! Dovete abbinare alla dieta dell’estate una sana attività fisica, specie se avete poco tempo a disposizione prima della prova costume. L’esercizio fisico deve essere svolto in modo regolare almeno tre volte alla settimana ma senza strafare, rispettando i ritmi del vostro corpo.

Scegliete uno sport aerobico come la bicicletta, la corsa leggera o il nuoto, vi aiuterà a bruciare grassi, tonificare i punti critici e combattere la cellulite.
Un’ultima raccomandazione: per non vanificare i risultati ottenuti con fatica prima della partenza per il mare mantenete queste corrette abitudini alimentari anche al ritorno dalle vacanze!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]