Il radicchio, un alleato per depurarsi

di Carmela Giglio

Un ortaggio tipico della stagione fredda è il radicchio: le sue tipologie principali sono quello di Verona, quello a testa rotonda della varietà Chioggia e quello rosso allungato della varietà Treviso. Le sue foglie rosse contengono acido folico, vitamine, fibre e sali minerali che ripuliscono il fegato, purificando il sangue. Per la sua capacità di eliminare i batteri viene utilizzato anche in caso di infezioni ed è particolarmente indicato quando lo stress e i primi malanni stagionali favoriscono l’accumulo di scorie e tossine.

Il radicchio, dal particolare sapore amaro, fa davvero bene: potenzia l’attività del pancreas e stimola la secrezione biliare che attiva il metabolismo dei grassi. Inoltre, abbassa la glicemia, sfiamma il colon ed è ottimo nei mesi freddi, in cui il sistema immunitario, nervoso ed articolare vengono messi a dura prova.

Consumato come antipasto, prima del pranzo o della cena, stimola l’appetito, è depurativo del fegato, diuretico e leggermente lassativo. Inoltre può essere un valido aiuto per chi soffre di difficoltà digestive, garantendo il buon funzionamento dell’intestino. Anche bere l’acqua di radicchio durante la giornata aiuta a riequilibrare l’intestino compromesso, perciò con le sue foglie sminuzzate si possono preparare ottimi infusi.

Per depurarvi, mangiate il radicchio rosso in insalata anche prima dei pasti e conditelo un pò oppure fate un centrifugato con foglie fresche di radicchio e il succo di mezzo limone per depurare tutto l’apparato digerente e il fegato. Con il radicchio si possono preparare anche tante ricette leggere ma comunque lo utilizziate l’importante è aggiungere alla vostra tavola questo ortaggio benefico!

Leggi anche:
La dieta del finocchio per depurarsi
3 ricette sfiziose con il radicchio

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria