Esaurimento nervoso, come riconoscere i sintomi

di Claudia Scorza

Cosa si intende per esaurimento nervoso

L’esaurimento nervoso è un disturbo che può colpire chiunque viva una particolare reazione allo stress acuto che si distacca dai canoni considerati normali. Questo termine, infatti, non designa una patologia scientifica specifica, ma può essere un sintomo di un disturbo da sottoporre a terapia, come ansia cronica e depressione. Di norma, le persone colpite da esaurimento nervoso sono adulte, ma si riscontrano casi in individui giovani, anche appena ventenni.

Cause dell’esaurimento nervoso

Tra le principali cause dell’esaurimento nervoso troviamo sicuramente lo stress ormai cronicizzato, anche se tra i motivi più diffusi ci sono gli stati d’ansia acuti, come fobie, disturbi di tipo ossessivo-compulsivo e da stress post-traumatico, attacchi di panico, assunzione di alcuni farmaci, abuso di alcol o droga e mobbing.

Alcune situazioni possono aumentare il rischio di essere vittima di esaurimento nervoso e, tra queste, troviamo ore dedicate al sonno insufficienti, periodi di studio o di lavoro troppo intensi, momenti di stress inerenti la sfera sentimentale, fasi di crisi e difficoltà finanziarie, solitudine e isolamento soprattutto tra gli anziani.

Principali sintomi

L’esaurimento nervoso può manifestarsi più o meno gradualmente e in modo differente in base ai soggetti, anche se possiamo delineare dei sintomi fisici comuni a tutti i tipi di esaurimento nervoso. Tra essi troviamo:

•    aritmia cardiaca, cioè una frequenza cardiaca irregolare con la conseguente sensazione di “avere il cuore in gola”;
•    tremore e agitazione;
•    senso di stanchezza e di spossatezza persistente anche a fronte di riposo;
•    mani umide e spesso sudate;
•    perdita di peso immotivata e anormale;
•    formicolio alle estremità degli arti;
•    caduta anomala dei capelli;
•    disturbi allo stomaco e all’intestino;
•    giramenti e senso di vertigini;
•    nausea e conati di vomito;
•    annebbiamento sporadico della vista.

Esistono, tuttavia, dei sintomi emotivi e psicologici dell’esaurimento nervoso, come la difficoltà ad affrontare anche i problemi più semplici, problemi di insonnia, mancanza di desiderio sessuale, distacco dai propri affetti, difficoltà di concentrazione, irritabilità e crisi di pianto improvvise.

Per intervenire e occuparsi al meglio dell’esaurimento nervoso, è necessario prestate molta attenzione alla sintomatologia dell’individuo, così da potersi recare da uno specialista in grado di fornire una diagnosi precisa e stabilire una terapia personalizzata ed efficace.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Veronica Pivetti ha rivelato di aver affrontato un periodo estremamente buio per lei. Al Corriere della Sera l’attrice ha rivelato che la depressione le sarebbe iniziata a causa di alcuni farmaci sbagliati per la tiroide e ha anche ammesso: “La depressione mi è venuta a causa di un problema alla tiroide: sono stata curata male, […]