Colesterolo alto, cause e sintomi

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il colesterolo è una delle sostanze naturalmente presenti nel nostro organismo, ma se in eccesso costituisce un fattore di rischio in quei soggetti che soffrono di malattie cardiovascolari. Soprattutto gli anziani tendono a fare confusione tra i due tipi di colesterolo, che generalmente definiamo “colesterolo buono” e “colesterolo cattivo”. Il primo è quello trasportato dalle HDL, il secondo è quello trasportato dalle LDL che come è noto è nocivo per la salute.

Mentre accrescere il colesterolo “buono” va bene e per farlo sarebbe sufficiente condurre uno stile di vista sano, quindi alimentazione equilibrata ricca di omega-3 e vitamina C, associata a qualche ora di attività fisica alla settimana, ridurre il colesterolo cattivo è un dovere per la nostra salute, e dovremmo farlo eliminando alimenti particolarmente grassi dalla nostra dieta: quindi no a burro, panna, formaggi, sì invece a un consumo limitato di carboidrati. Lo scopo è tenere bassi i valori del colesterolo cattivo.

Cause del colesterolo alto

Il colesterolo alto tendenzialmente è ereditario, anche se la causa principale si riscontra di solito nelle scorrette abitudini alimentari. Tuttavia ci sono pazienti con particolari patologie che contribuiscono al alzare i livelli di colesterolo, tra queste il diabete, le malattie genetiche, problemi alla tiroide e di obesità.  Anche lo stress inoltre può contribuire ad alzare il colesterolo, in modo diretto o indiretto perché ci spinge a coccolarci con cibi grassi e snack.

Sintomi del colesterolo alto

Purtroppo l’alto livello di colesterolo non provoca nei pazienti dei sintomi evidenti nonostante predisponga il nostro organismo a infarto e ictus, quindi l’unico modo per tenere sotto controllo i valori del colesterolo è solo attraverso le analisi del sangue, che un soggetto a rischio dovrebbe ripetere almeno ogni 6 mesi.

Rimedi per abbassare il colesterolo

Senza dubbio chi non ha problematiche o patologie importanti può tenere sotto controllo il colesterolo con una dieta controllata ed equilibrata non troppo ricca di grassi: basterebbe semplicemente limitare il consumo dei carboidrati e dei cibi particolarmente grassi. Nei casi più preoccupanti o in presenza di patologie cardiovascolari, sarà il medico a stabilire una terapia farmacologica che aiuti il pazienti a evitare rischiosi effetti collaterali, ma in ogni caso dovrete riequilibrare il vostro stile di vita.

LEGGI ANCHE:

Colesterelo, gli alimenti che aiutano a stare meglio e  quelli da evitare

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]