Caffeina, tutte le proprietà, i benefici e le controindicazioni [FOTO]

di cinziaR


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Da sempre, o almeno da quando essa si conosce sia empiricamente sia scientificamente, la caffeina è una delle sostanze più discusse in quanto a proprietà, benefici, ma anche controindicazioni. Dove sta la verità? A grandi linee si può dire che è tutto vero, perchè la caffeina fa bene ma anche male.

Facciamo il punto sulla caffeina, i benefici e le controindicazioni di questa super sostanza.

Proprietà della caffeina

La caffeina è una sostanza chimica che si trova nel caffè, nel tè, nella cola, nel guarana, nel mate e in altri prodotti. Le proprietà della caffeina sono dovute alla sua capacità di stimolare il sistema nervoso centrale, il cuore, i muscoli e i centri che controllano la pressione sanguigna e i reni.

L‘uso più noto della caffeina è quello di tenerci svegli e di migliorare la nostra attenzione. Essa, però, viene anche usata per via orale o rettale in combinazione con antidolorifici per il trattamento dell’emicrania e dell’asma, per favorire la perdita di peso, come stimolante per gli atleti e per molte altre funzioni mediche. I prodotti cosmetici alla caffeina vengono inoltre applicati per ridurre l’arrossamento cutaneo, il prurito nella dermatite e per drenare i tessuti.

Benefici e controindicazioni della caffeina

Dei benefici della caffeina si potrebbe parlare all’infinito, dal momento che essa, come abbiamo visto, si usa in ambito medico, atletico e del benessere. Tuttavia, la prima cosa che depone negativamente nei confronti della caffeina è il fatto che essa crei dipendenza e assuefazione.

Che cosa significa? Vuol dire che via via che assumiamo caffeina, il suo effetto diminuirà inducendo il corpo a richiederne sempre di più per ottenere lo stesso risultato. Inoltre, mentre una serie di studi hanno dimostrato che la caffeina può migliorare la vigilanza e può ridurre il rischio di sviluppare il morbo di Parkinson, i calcoli biliari, i calcoli renali e la cirrosi epatica, al contempo l’uso di caffeina prolungato nel tempo è stato associato ad un aumento del rischio di colesterolo alto, malattie cardiache e osteoporosi.

E’ anche molto importante dire che spesso si associa la caffeina al caffè ma che ci sono tanti tipi di caffè: un buon caffè biologico macinato fresco sarà anche una fonte di antiossidanti che possono aiutare a perdere peso, mentre altri prodotti a base di caffeina come le cialde, il caffè liofilizzato e alcune bevande commerciali non sono buone fonti di caffeina.

Tra le controindicazioni della caffeina c’è da ricordare che bere caffè a stomaco vuoto stimola la produzione di acido cloridrico, che dà problemi al benessere di stomaco e intestino. La caffeina e il caffè in particolare possono incidere negativamente sulla salute delle pareti gastriche nei casi di reflusso e gastrite.

Come regolarsi dunque? Mentre il consumo moderato di caffeina raramente porta a rischi per la salute, dosi più elevate possono causare effetti negativi come ansia, insonnia, aumento dello stress a fastidi gastrici e tachicardia. La caffeina deve essere evitata in gravidanza.

La cosa migliore, pertanto, è consumare poca caffeina e senza esagerare, limitandone il più possibile il consumo. Inoltre, secondo la scienza, esiste un gruppo di persone che è intollerante alla caffeina, i cui effetti sono amplificati negativamente da una predisposizione genetica. Questi soggetti non devono bere caffè e altre sostanze a base di caffeina.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]