Enrico Papi, biografia, carriera, curiosità, Instagram, vita privata

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Enrico Papi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Papi (@enricopapiofficial)

Conduttore e autore televisivo, dopo un esordio in Rai alla fine degli anni Ottanta, passa a Mediaset alla metà degli anni Novanta e diventa volto storico di Italia 1, soprattutto per programmi come “Sarabanda”, “Matricole & Meteore” o “La pupa e il secchione”. Approda a Sky Italia nella seconda metà degli anni 2010, ma torna a Mediaset nel 2020.

Enrico Papi nasce a Roma, il 3 giugno del 1965, quindi ha 57 anni. Ha una sorella minore, di nome Loretta. Consegue il diploma al liceo classico, presto l’Istituto Sant’Apollinare di Roma, quindi si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza. Non porta a termine gli studi, ma li riprende seguendo alcuni corsi provati, tra il 2000 e il 2003.

Studia canto e pianoforte: proprio la passione per la musica lo avvicina alla carriera come presentatore televisivo. Sin da bambino è appassionato di teatro e si diletta in alcune rappresentazioni. Partecipa a festival internazionali. Sposa nel 1998 Raffaella Schifino e ha due figli: Rebecca, nata nel 2000, e Iacopo, nato nel 2008. Dai primi anni 2000 ha una seconda residenza negli Stati Uniti, a Miami.

Su Instagram Enrico Papi è @enricopapiofficial: ha più di 150mila follower e condivide foto e video della sua vita professionale, ma anche della sua vita privata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Papi (@enricopapiofficial)

Gli esordi

L’esordio di Enrico Papi è come cabarettista nei palasport. Apre alcuni concerti di cantanti importanti, come Fiorella Mannoia, Ivan Graziani e Nino D’Angelo. Viene poi notato da Giancarlo Magalli, che lo vuole nel suo show “Fantastico bis”. Approda alla Rai nel 1988, come ideatore e autore di candid camera per questo programma.

Passa poi a “Unomattina“, come conduttore, ideatore e regista di alcune rubriche settimanali. Nelle estati del ’92 e del ’93 conduce i collegamenti esterni di “Unomattina Estate“. Nel corso del 1992 è su Rai 1 la domenica mattina, con “La Banda dello Zecchino”. Esordisce un anno dopo come giornalista provocatore a “Fatti e misfatti”, una rubrica pomeridiana del TG1. La sua ultima stagione a Unomattina è quella 1993-1994.

Un anno dopo, nel mese di marzo, l’allora direttore del TG1, Carlo Rossella, gli propone di condurre, un programma di cronaca rosa: “Chiacchiere”, che diventa poi “Chiacchiere di Enrico Papi“, un’esperienza che dura fino al febbraio del 1996. Proprio in questo periodo, Papi diventa noto come “Acchiappavip”, “Vespina” o “Vespone”, per la sua capacità di “ronzare” intorno ai vip.

Lascia la tv pubblica nel ’96 e vi ritorna nel 2001: è l’inviato nel backstage del Teatro Ariston per il Festival di Sanremo. In seconda serata conduce il Dopofestival con Raffaella Carrà.

L’arrivo di Enrico Papi a Mediaset

Nel marzo del 1996 Enrico Papi approda a Mediaset: il suo primo show è “Papi quotidiani”, rubrica di gossip. Partecipa poi al varietà di Canale 5 “Tutti in piazza”, condotto da Gerry Scotti e Alba Parietti. Nella stagione 1996-1997 è l’inviato di “Verissimo”, con la rubrica “Parola di Papi”. Conduce anche “Papi News”, una rubrica su RTL 102.5.

Da marzo a giugno del 1997 crea e conduce “Edizione straordinaria”, che segna l’esordio su Italia1. Lascia il gossip nel 1997 per condurre “Sarabanda“, un varietà che diventa poi gioco musicale. Proprio Sarabanda diventerà il quiz musicale più longevo della tv italiana. Sempre nello stesso anno Maurizio Costanzo lo vuole a “Buona Domenica”, ma l’esperienza dura per una stagione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Papi (@enricopapiofficial)

Conduce, sempre su Canale 5, il varietà natalizio “Regalo di Natale dal Circo Americano” di Enis Togni e due varietà estivi: il primo nel 1998, “Sapore d’estate“, il secondo nel 1999, la quinta edizione di “Beato tra le donne”. Nell’aprile 1999 conduce “Predizioni” su Italia 1.

Arriviamo così al 2001 e all’esperienza di “Matricole” con Simone Ventura, oltre quelle di “Il traditore” e “Anello debole”. Nell’autunno del 2002 è la volta di “Matricole & Meteore“. Torna a occuparsi di gossip un anno dopo con “Papirazzo“, programma ideato da lui stesso e proposto per tre edizioni. Nell’estate del 2003 conduce su Canale 5, insieme a Silvia Toffanin, “ModaMare a Porto Cervo”.

Un anno dopo tocca a “Sarabanda – Scala & vinci” e sempre al 2004 risalgono “3, 2, 1 Baila” e “L’imbroglione”. Conduce nel settembre del 2004 “Il gioco dei 9″, remake di un celebre game show che fu di Raimondo Vianello. Torna su Italia 1 nel 2006, per condurre, assieme a Federica Panicucci, il reality show “La pupa e il secchione“. Un anno dopo conduce la seconda edizione di “Distraction“.

Gli show di successo e il passaggio a Sky

Sempre nello stesso anno conduce “Prendere o lasciare”, quindi nel 2007 passa alle due nuove edizioni de “La ruota della fortuna”. Visto il successo, il programma riprende nel 2008 e si conclude nel 2009. L’8 gennaio 2008 conduce anche la puntata pilota del quiz/game show “Batti le bionde“.

A partire da maggio e per tutti i mesi estivi è alla conduzione di “Jackpot, Fate il vostro gioco”, nel preserale di Canale 5, che diventa nel 2010 “Viva Las Vegas, Fate il vostro gioco” su Italia 1. Tra gli altri programmi di questo periodo, ci sono “Il colore dei soldi” e “Prendere o lasciare”, ma anche “Centoxcento”. È al timone anche della seconda edizione de “La pupa e il secchione“. Sempre nello stesso anno, conduce “Trasformat”, su Italia 1. Dopo una pausa, nel giugno del 2013 è la volta di “Top One”.

L’esperienza successiva alla conduzione è nel 2017, a oltre tre anni di distanza: torna a Sarabanda, con tre puntate speciali in prima serata, in diretta. Dopo oltre 21 anni a Mediaset, passa nel 2017 a Sky Italia con “Guess My Age – Indovina l’età” su TV8. È alla guida anche de “La notte dei Record”. A marzo 2020 e marzo 2021 conduce le finali di Italia’s Got Talent. Dal settembre 2020 conduce due edizioni del game show musicale in prima serata “Name That Tune – Indovina la canzone”.

Torna a Mediaset nell’estate del 2021, dopo 4 anni. Dal 12 settembre conduce in prima serata “Scherzi a Parte” e un anno dopo, nel 2022, è la volta di “Big Show“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Papi (@enricopapiofficial)

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

La stagione televisiva volge al termine, ma già ora sono iniziati i lavori in vista della nuova edizione di “Temptation Island”, uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, che non mancherà di fare discutere anche nei mesi successivi (il caso di Mirko e Perla insegna). Spesso nel cast del reality si ritrovano spesso personaggi già noti, […]