Cosa succede se mangiamo le patate germogliate?

di Alice Marchese

Le patate sono degli alimenti straordinari che impreziosiscono la nostra dieta e si possono inserire in qualsiasi ricetta. Però, in alcuni casi, possono causare qualche disturbo soprattutto se si tratta di patate germogliate.

Cosa succede se mangiamo le patate germogliate

Le patate con i germogli contengono solanina. Si tratta di un alcaloide prodotto dalla pianta stessa per tenere alla larga insetti e funghi. Se ingerita in dosi massicce, può rivelarsi nociva per il nostro organismo, fino ad arrivare a una vera e propria intossicazione.

I sintomi sono:

  • nausea,
  • diarrea,
  • vomito,
  • crampi allo stomaco,
  • bruciore alla gola,
  • mal di testa e vertigini.

Ci sono casi in cui la situazione degenera e dipende anche dal metabolismo. Si possono manifestare anche allucinazioni, paralisi, febbre.

Perché le patate germogliate sono tossiche

“Nella buccia delle patate la solanina è presente solo in quantità ridotte che generalmente non provocano alcun fastidio”, spiega Silke Raffeiner, nutrizionista presso il Centro Tutela Consumatori Utenti secondo quanto riportato dal sito IlSalvagente.it. “Se la solanina viene ingerita in grandi quantità, può causare sintomi come sensazione graffiante in gola, mal di testa, diarrea e vomito”, aggiunge l’esperto.

Leggi anche:Fecola di patate: cos’è, a cosa serve e la ricetta per farla in casa

Cos’è la solanina

La solanina è un alcaloide glicosidico tossico, prodotto da alcune solanacee solubile in acqua ed è resistente al calore. La cottura in acqua bollente non la distrugge, quindi è importante rimuovere dalle patate i germogli e le parti verdi prima di cuocerle. Una parte della solanina passa però nell’acqua di cottura, e quindi non è consigliabile riutilizzarla nuovamente se ci abbiamo cotto delle patate germogliate.

Prevenire la formazione di solanina

Ecco perché, per non correre rischi, è bene attenersi alle precauzioni indicate, in seguito a vari studi avviati nel 2015, dall’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio. In particolare, l’ente consiglia di:
• Conservare le patate al buio, in un luogo fresco (tra i 7 e i 10°C) e asciutto, all’interno di retine o di sacchetti di carta, ma non di plastica, per evitare la formazione di muffe.
• Evitare quelle con la buccia grinzosa o ammaccata.
• Eliminare sempre, prima della cottura, eventuali parti verdi e germogli.
• Fare attenzione a eventuali variazioni di gusto, in seguito alle quali l’ortaggio diventa particolarmente amaro e provoca un effetto bruciante o piccante, con un’irritazione persistente ai lati della lingua e nella parte posteriore della bocca.

Leggi anche:Pasta, patate e provola: la ricetta “povera” più ricca che c’è!


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

La mousse al cioccolato è il dessert perfetto per chi ha poco tempo, ma vuole comunque preparare un dolce da servire dopo un pasto. Ottima anche per iniziare la giornata! La si può preparare sia con le uova che senza. Scopriamo insieme come! Mousse al cioccolato con le uova: ingredienti per 4 80 g di […]

2 min

Il Gazpacho è una ricetta tipica spagnola. Si tratta di una zuppa fredda e senza cottura a base di pomodoro, verdure e pane raffermo, tipica della cucina spagnola, originaria dell’Andalusia. Gli ingredienti sono peperoni, pomodori, cipolla, cetrioli e altri ortaggi frullati. Da unire il pane ammorbidito con un pizzico d’aceto. Ovviamente vi sono alcune varianti […]

2 min

La ratatouille è una ricetta francese ed è semplicissima da preparare. Amatissima soprattutto da chi preferisce i contorni con ortaggi abbastanza saporiti. Ha un gusto molto particolare, può assumere dei toni decisamente mediterranei. La ratatouille è, infatti, un’antica ricetta provenzale con le verdure stufate, originariamente un piatto povero contadino. La versione italiana potrebbe essere la […]

2 min

Il tiramisù è uno dei dolci più amati. Bastano gli ingredienti giusti e il gioco è fatto. La versione classica è il dessert italiano per eccellenza, uno dei più golosi e conosciuti al mondo. Ricetta tiramisù: ingredienti Mascarpone 250 g Uovo: 3 Zucchero: 100 grammi Caffè forte 20 cl Amaretto: 2 Biscotto Nel Cucchiaio Polvere […]