Smacchiare i tessuti: guida facile per le vacanze

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Le vacanze arrivano, qualcuno è già partito, qualche altro si prepara invece per la settimana di ferragosto, ma  il momento di fare il punto della situazione in merito alla questione “ bagaglio piccolo per chi viaggia low cost”, arriva per tutti. Quanti di voi mettono in valigia qualche abito in più temendo che qualcosa si sporchi? E a chi non è mai capitato di macchiarsi con del gelato o magari  con del caffè? Ecco un vademecum a prova di macchia, che vi aiuterà ad intervenire nel giusto modo sui vostri capi, anche se siete in vacanza e non avete tutto l’occorrente di cui disponete in casa. In ogni caso, per evitare che rimangano aloni su abiti e camicie, sarebbe opportuno intervenire sulle macchie subito, se non avete la possibilità sciacquate con acqua pulita e coprite con un panno umido in attesa del trattamento.

  • Cioccolato
    Inumidire le macchie con dell’acqua e versare un po’ di sapone liquido sulla macchia, sfregare delicatamente e tampone con acqua. Nel caso in cui la macchia si sia già seccata utilizzare una miscela di acqua e sodio borato.
  • Vino
    Può succedere a chiunque durante una cena di sporcare il polsino della camicia con del vino, magari rosso. In questi casi niente panico, anche se il capo da trattare è particolarmente delicato. Nell’immediato si può utilizzare del sale, lasciare asciugare la macchia e poi lavarla normalmente. Se si tratta di un tessuto particolarmente delicato si può provare a tamponare la macchia con acqua miscelata ad acqua ossigenata. Per le quantità fate conto si utilizzare una parte di acqua ossigenata ogni sei d’acqua.

  • Nell’immediato provate a tamponare la macchia con dell’acqua, successivamente ritrattare la macchia con acqua tiepida e limone. La macchia dovrebbe andare via senza lasciare alcuno alone.
  • Spumante
    Nella foga di un brindisi, di un evento divertente, qualche goccia di spumante o champagne può anche finire sui vestiti. In questo caso basta trattare il capo con un composto a base di carbonato di potassio anche detto potassa e sapone da bucato. Stendere il composto sulla macchia e lasciare riposare per qualche ora. Dopo tamponare con acqua.
  • Caffè
    Tamponare il tessuto con aceto bianco fino a quando la macchia non viene via, se il caffè è zuccherato proseguire trattando con acqua. Fino a quando l’alone del caffè non viene via. Quando possibile, in seguito, rilavare regolarmente il capo a mano o in lavatrice.
  • Frutta
    Sembrano innocue e invece sono pestifere. Nel caso in cui vi sporchiate con della frutta sarebbe utile agire immediatamente sulla macchia strofinando con un cubetto di ghiaccio, o se ne avete modo trattarla con sale e succo di limone. Il risultato sarà ottimale se utilizzate dell’acqua ossigenata o ammoniaca.
  • Unto
    Come saprete le macchie di unto sono decisamente un bel problema perché rischiano di danneggiare i nostri capi, specialmente quelli più delicati. Su queste macchie è necessario agire immediatamente, ricoprendole possibilmente con talco. Dopo aver fatto agire per qualche minuto è necessario rimuovere la polvere con una spazzola, trattando la macchia delicatamente. Se il capo è in cotone successivamente potete sfregare il tessuto con sapone e successivamente, non appena rientrate dalle vostre vacanze, lavarlo in lavatrice.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Entrare in una casa e notare che è in ordine mette subito di buonumore: il profumo, le superfici lucide, l’assenza di polvere aiutano a sentirsi a proprio agio e a far percepire l’ambiente come curato. Che vogliate farlo per voi stesse, per la famiglia o per gli ospiti dovete sapere che una delle prime cose […]

La sedentarietà prolungata e l’assunzione di una postura scorretta sono le principali cause dei problemi che coinvolgono la schiena. Per ridurre l’impatto di una seduta impropria si devono adottare delle adeguate contromisure sia sui luoghi di lavoro che nelle abitazioni private. La sedia ergonomica rappresenta la soluzione più appropriata perché è in grado di sorreggere […]

Alzi la mano chi non ha mai avvistato in casa un pesciolino d’argento. Questi insettini di colore argento, dal corpo sottile e allungato, noti anche con il nome scientifico di “Lepisma saccharina“, si nascondono in qualsiasi ambiente della casa. Abilissimi nello sgusciare via, i pesciolini d’argento sono ospiti non graditi in casa, nonostante siano in […]