Giochi per i cani: quelli di fiuto e ricerca sono i più importanti

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Questa è l’ultima parte della nostra pillola cinofila a tema Gioco del cane: La prossima settimana verrà pubblicata l’intero articolo che potrete salvare, stampare e mettere in un raccoglitore insieme alle altre pillole che andremo a pubblicare nei prossimi mesi. In questo modo creerete il vostro piccolo Centro d’Informazione Cinofila Personale, da consultare per diventare delle padroncine da favola.

Tutti siamo a conoscenza dell’importanza del fiuto nel cane! Di fatto il suo cervello è predisposto a ricevere, elaborare e utilizzare informazioni che gli derivano da questo senso. Ma non tutti ci poniamo nella condizione di poterlo valorizzare e stimolare. Facendolo, viceversa, garantiremo al nostro peloso un sicuro appagamento di tipo psico-etologico e cognitivo con tutte le conseguenze che ne derivano in termini del suo benessere. Tutti i giochi che possiamo ascrivere a questa categoria ci permettono di poterlo fare!

LA PISTA

Il punto di partenza è una PISTA molto elementare (inizialmente potremo allestirla anche in casa). Distribuiremo una serie di bocconcini in linea e a poca distanza tra loro fino a unpunto d’arrivo connotato da un maxi premio, tipo una serie di bocconcini o qualche tipo di ghiottoneria.

  • Mettiamo il cane in posizione di attesa (SEDUTO! RESTA!) prima di dargli il via con l’abituale comando. Durante la sua ricerca assoceremo il momento immediatamente precedente al raggiungimento di ogni singolo bocconcino con la parola CERCA! Seguito da un bel BRAVO
  • L’evoluzione dell’esercizio comporta semplicemente il complicare la pista inserendo cambi di traiettoria e aumentando la distanza tra i bocconcini. Si potrà poi passare a svolgere l’esercizio all’esterno prima in superfici dove il bocconcino non risulti facilmente individuabile (erba, ghiaia…), poi la pista si potrà ottenere semplicemente strofinando alcuni punti con cibo umido o formaggio morbido fino al premio finale indicativo della fine della ricerca.

IL CERCA-TROVA

In questo caso il premio, particolarmente gustoso, dovrà essere nascosto sotto a un recipiente (un vaso o una ciotola) e dovremo stimolare CERCA! con tono incoraggiante il cane alla sua ricerca.

Inizialmente lo porremo in una posizione in cui sia facilmente individuabile, se dovesse indugiare troppo o, successivamente, quando il nascondiglio sarà meno accessibile, collaboreremo con lui orientando la sua ricerca.

ATTIVAZIONE MENTALE

I giochi di fiuto o ricerca possono essere facilmente associati a quelli di attivazione mentale: il premio dovrà essere individuato attraverso il fiuto tra più oggetti in serie dove uno solo dei quali cela il premio (vasi con fori, scolapasta, bicchierini bucati alla sommità…) e/o inserito in un contenitore che impegni il cane anche a livello intellettivo per poterlo raggiungere.

AUTORE:
Michele Raffaelli
Dottore in Scienze del Comportamento Animale
Educatore Cinofilo e Consulente Comportamentale
Responsabile Education PetPRO

REDAZIONE:
PetPRO Professional City Pet Services
www.petpro.it
info@petpro.it

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Entrare in una casa e notare che è in ordine mette subito di buonumore: il profumo, le superfici lucide, l’assenza di polvere aiutano a sentirsi a proprio agio e a far percepire l’ambiente come curato. Che vogliate farlo per voi stesse, per la famiglia o per gli ospiti dovete sapere che una delle prime cose […]

La sedentarietà prolungata e l’assunzione di una postura scorretta sono le principali cause dei problemi che coinvolgono la schiena. Per ridurre l’impatto di una seduta impropria si devono adottare delle adeguate contromisure sia sui luoghi di lavoro che nelle abitazioni private. La sedia ergonomica rappresenta la soluzione più appropriata perché è in grado di sorreggere […]

Alzi la mano chi non ha mai avvistato in casa un pesciolino d’argento. Questi insettini di colore argento, dal corpo sottile e allungato, noti anche con il nome scientifico di “Lepisma saccharina“, si nascondono in qualsiasi ambiente della casa. Abilissimi nello sgusciare via, i pesciolini d’argento sono ospiti non graditi in casa, nonostante siano in […]