Come lavare il piumone se non entra in lavatrice

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Dormire con il letto e il piumone che profumano sono le sensazioni più rilassanti al mondo. Non si tratta unicamente di igiene, ma proprio di sentirsi avvolti da un odore piacevolissimo che ci coccola dopo una giornata abbastanza stressante.  Ma quante volte accade soprattutto col cambio stagione che il piumino dev’essere lavato ma non entra nella lavatrice? Fortunatamente, abbiamo la soluzione fatta apposta per voi.

Come lavare il piumone anche se non entra in lavatrice

Per lavarlo non sempre occorre la lavatrice, a volte basta semplicemente avere la vasca da bagno, è lì che lasceremo per un po’ il nostro piumone, il tempo che faccia effetto tutto il rituale di pulizia; acqua calda a cui aggiungere due cucchiai di aceto e due di bicarbonato. Per concludere, delle scaglie di sapone di Marsiglia, regolarsi sempre in base alle dimensioni del proprio piumone. Dopo aver creato questo composto, lasciare in ammollo per un po’ e poi procedere alla fase di risciacquo.

Lavaggio a secco

Ma se non vuoi lavarlo è comunque possibile avere un piumone pulito e fresco, attraverso il lavaggio a secco. In questo caso occorre preparare un composto con olio Tea Tree – 25 gocce – 5 gocce di olio di eucalipto, acqua mezzo litro e due cucchiai di bicarbonato. Dopo aver mescolato energicamente il tutto, filtra in apposito spruzzino.
Questo ti permetterà di nebulizzare in maniera omogenea sul piumone, lasciare agire e poi spazzolare il tutto con apposito arnese per indumenti e tessuti. Ecco, il vostro piumino saprà di fresco.

Lavarlo a casa

Innanzitutto se vuoi lavare il piumone, puoi valutare diverse opzioni da attuare a casa senza andare in lavanderia:

  • lavatrice, se questa ha una capienza di minimo 5kg per il piumone singolo e 7 per un piumone matrimoniale
  • vasca da bagno

Il programma da utilizzare, se lo laviamo in lavatrice, è per capi in cotone e la temperatura non deve superare i 30 / 40°. Meglio evitare detersivi aggressivi.

Come sceglierlo

E’ fondamentale fare attenzione a diverse caratteristiche oltre al fattore estetico:alcuni in commercio hanno due diverse imbottiture.

  • naturale, composto da piume d’oca o anatra, morbido e leggero, conserva molto bene il calore
  • sintetico, a base di fibre di poliestere, è più economico, ecologico ed è consigliato per i soggetti allergici

Bisogna infine fare attenzione alle misure e alla grammatura, fondamentali per garantirti un sonno sereno.