Home working, 7 idee per organizzare il tuo ufficio per lavorare da casa in poco spazio

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Lavorare da casa,Lavoro temporaneo,Lavoro

Tutto quello che serve per avere una efficiente work station in casa con idee salvaspazio

Sono tante le persone che lavorano da casa, per scelta o necessità, ma questo non vuole certo significare che il lavoro svolto dalla propria abitazione sia meno professionale o meno serio. Il problema che nasce quando si lavora da casa è quello di creare una postazione tranquilla, con tutto quello che occorre per svolgere al meglio la professione, senza distrazioni.

Anche quando lo spazio a disposizione non è molto si dovrebbe sempre evitare di creare la propria work station in zone comuni, come la cucina: è vero, ci permetterebbe di non bruciare il ragù, ma saremmo continuamente distratte dagli odori e dai rumori, perdendo punti in fatto di professionalità. Se poi, di tanto in tanto, dobbiamo usare la web cam con i colleghi o il datore di lavoro, mostrarci tra piatti sporchi e torte appena sfornate non sarebbe molto professionale.

Vediamo, dunque, come organizzare una postazione di lavoro funzionale nella nostra casa, per lavorare al meglio senza distrazioni.

1) Trovare uno spazio adatto per collocare la zona lavoro

Non importa quanto sia ampio, l’importante è avere uno spazio dove creare la postazione lavoro che sia inaccessibile al resto della famiglia: quella è la vostra zona professionale, lì tenete documenti, appunti, idee da proporre ai colleghi, non potete permettere che qualcun altro metta confusione tra le vostre carte. Anche un angolo del salotto, diviso da un separè, può fare al caso vostro, ma è importante che nessun altro lo usi e non deve mai diventare una zona studio per tutti.

2) Organizzare la scrivania o il tavolo per lavorare da casa

Sulla scrivania dovrete mettere solo quello che vi occorre per lavorare: pc, stampante, penne, fogli, altri articoli di cancelleria e nient’altro. Non dovete renderla appetibile per i bambini, quindi niente temperini a forma di pupazzetto! Tenete i cassetti in ordine, ben chiusi, e i documenti ben organizzati in cartelline che rinominerete in base al contenuto: essere a casa può portarci a sottovalutare l’importanza di queste cose, ma perdere un documento è cosa facile in ogni luogo.

3) Sedia comoda per le lunghe ore di lavoro da casa

Passerete diverse ore su quella sedia: dovete sceglierla comoda e confortevole, con uno schienale rigido ma flessibile, possibilmente con i braccioli, e avere un piccolo rialzo per i piedi per non affaticare le gambe con il peso del corpo. Più sarete comode sulla sedia, più lavorerete senza problemi e doloretti. Di tanto in tanto, durante le pause, concedetevi qualche piccolo esercizio che vi permetterà di risentire meno del tempo trascorso in modo sedentario.

4) No alle distrazioni

Lavorare da casa comporta dei vantaggi ma, nel momento in cui decidete di iniziare a lavorare, non dovete perdervi in inutili distrazioni. Il telefono di casa che squilla, i panni da stendere, il postino che suona non devono essere la priorità. Per questo sarebbe utile staccare il telefono di casa e non rispondere a chi suona, a meno che non sia una cosa importante. D’altra parte, se lavoraste fuori casa non ci sarebbe nessuno a rispondere. Non aprite i social e le chat (a meno che non sia questo il vostro lavoro) e non iniziate lunghe conversazioni online con le vostre amiche: state lavorando!

5) La giusta luce

Lampade da tavolo e da parete sono fondamentali per lavorare bene, specie se lo spazio dedicato alla work station è limitato e la luce naturale non arriva a dovere. Scegliete delle lampade belle e di design, così da poter essere esposte anche quando non state lavorando: non dovrete “sparecchiare” ogni volta la scrivania e coprire quello che stona con il resto dell’arredamento.

5) Pc e altro

Tutto quello che utilizzerete per il lavoro va usato sempre e solo per il lavoro! Stampanti, hard disk esterni, il pc stesso, le penne usb, cavi e cavetti, tutto va usato solo ed esclusivamente per lavorare. Immaginate di ritrovare la penna usb infettata da virus causati dal pc di vostro figlio oppure di dover stampare qualcosa di urgente e aver finito cartucce o fogli: non potete permettere che le disattenzioni della famiglia ricadano sulla vostra professione!

6) Archivi&Co

Ovviamente in casa non possiamo tenere i tipici archivi da ufficio, sia per lo spazio sia per l’estetica; esistono, però, scatole di plastica o cartone colorate e allegre che possono fungere da archivio. Basta impilarle e, per maggior facilità, dedicare un colore specifico al tipo di documento archiviato.

7) Connessione internet stabile

Cercare di non usare la linea wifi per lavorare da casa, ma usare la linea lan, ovvero collegando direttamente il cavo di rete del modem al pc o al notebook. La linea wifi può essere volatile e poco stabile, e, se dovesse sparire il segnale per qualche minuto, rischieremmo di perdere il lavoro fatto fino a quel momento oppure cadrebbe la linea di comunicazione con il cliente.