6 consigli per usare la carta di credito in maniera consapevole e senza rischi

di Carmela Giglio


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L’estratto conto
Se volete evitare i rischi connessi all’uso della carta di credito innanzitutto controllate periodicamente, gli estratti conto. Se riscontrate degli addebiti doppi o relativi ad acquisti mai effettuati, contestali immediatamente. Se le operazioni che non sono state effettuate da voi sono tante, chiamate immediatamente il servizio clienti della vostra banca o del vostro istituto di credito, che provvederà a bloccare la carta. Contemporaneamente, rivolgetevi alle autorità competenti per sporgere denuncia. Una volta ottenuto il blocco della carta di credito non si è più responsabili di eventuali utilizzi fraudolenti, quindi anche delle somme successivamente erogate.

Il phishing
Per evitare rischi, cercate anche di fare buon uso della vostra mail. Attenzione, in particolare, al phishing! Si tratta di richieste di dati inerenti la carta di credito che vengono fatte tramite sms sul cellulare o email. Né le banche né gli altri istituti di credito chiedono dati sensibili tramite sms o mail, quindi comunichiamoli solo nei modi e nelle sedi opportune. Spesso la banca convoca il cliente in sede per chiedere o fornire informazioni sulla carta o le comunica con indirizzi mail riconoscibili che, comunque, non chiedono mai di fornire il PIN della carta di credito. Ad ogni modo, se ricevete comunicazioni di dubbia provenienza chiedete al vostro istituto di credito.

Gli acquisti on line
Particolare attenzione occorre avere con gli acquisti on line. In questo caso il consiglio è quello di stampare sempre la ricevuta di pagamento, perché potrebbe servire in caso di contestazioni.

Gli acquisti in negozio
Per gli acquisti con carta di credito presso i negozi, invece, dovete premunirvi soprattutto per evitare che la vostra carta venga clonata. Evitate, quindi, di lasciare la carta per troppo tempo nelle mani del rivenditore e verificate che il POS venga utilizzato correttamente e non in modo fraudolento. In caso di clonazione della carta di credito, comunque, dovete provvedere a denunciare il tutto alla vostra banca e contestualmente rivolgervi alle autorità competenti.

La tutela arbitrale
Infine, in caso di addebiti non effettuati o di clonazione della carta, qualora la banca o l’istituto di credito non dovessero risolvere la situazione nel giro di 30 giorni, si consiglia anche di fare una segnalazione all’Arbitro bancario e finanziario. La denuncia alle autorità competenti, tuttavia, va comunque sempre fatta.

Il pin della carta di credito
Ultimo consiglio, che è anche quello più ovvio: custodite gelosamente il PIN della carta di credito e il dispositivo fornito spesso dalle banche per effettuare i bonifici!

Leggi anche:

Acquisti on line sicuri: il vademecum antitruffa
Shopping on line: consigli e accorgimenti per non sbagliare

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Il decluttering, termine inglese che si può tradurre come “fare ordine“, è una pratica sempre più diffusa che mira a eliminare il superfluo per fare spazio al necessario. In un’epoca in cui siamo continuamente bombardati da oggetti, informazioni e stimoli visivi, la necessità di semplificare la nostra vita diventa sempre più pressante. Ecco perché è […]

Chi vive in città costiere è abituato alla presenza dei gabbiani, ma negli ultimi anni questi uccelli si sono adattati anche agli ambienti urbani, diventando una presenza costante anche in città. Attirati dai rifiuti alimentari e dai luoghi di nidificazione sicuri, i gabbiani possono arrecare fastidio, disturbando con i loro richiami, danneggiando proprietà e lasciando […]

Entrare in una casa e notare che è in ordine mette subito di buonumore: il profumo, le superfici lucide, l’assenza di polvere aiutano a sentirsi a proprio agio e a far percepire l’ambiente come curato. Che vogliate farlo per voi stesse, per la famiglia o per gli ospiti dovete sapere che una delle prime cose […]

La sedentarietà prolungata e l’assunzione di una postura scorretta sono le principali cause dei problemi che coinvolgono la schiena. Per ridurre l’impatto di una seduta impropria si devono adottare delle adeguate contromisure sia sui luoghi di lavoro che nelle abitazioni private. La sedia ergonomica rappresenta la soluzione più appropriata perché è in grado di sorreggere […]