16 Ottobre 2019 |

Le più belle piante da interno che hanno bisogno di poca luce

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Piante da interno con poca luce Photo by Toa Heftiba on Unsplash

L’ombra fa parte del loro habitat naturale e richiedono poche cure

Con l’arrivo dell’inverno e delle giornate sempre più corte, ci viene spesso voglia di mantenere un contatto con la natura e quindi di circondarci di piante all’interno delle nostre case. Non solo, per molte di noi le piante sono un importante elemento d’arredo e di decorazione.

Il problema è trovare piante che resistano a una scarsa illuminazione e se possibile, che richiedano poca cura tipo le piante grasse: ci piacerebbe infatti posizionarle in ambienti anche poco luminosi e non tutte abbiamo il pollice verde.

In realtà, le piante da appartamento facili da gestire e sempreverdi sono molte e alcune tollerano anche il buio: ci sono di dimensioni diverse, anche molto alte, con molte o poche foglie, con tonalità di verde più o meno intenso e persino con fiori che resistono perfettamente all’interno.

Abbiamo quindi pensato di proporti una selezione di piante da interno che richiedono poca luce e sono facili da trovare, nei negozi ma volendo anche online. Potrai finalmente dare un tocco più allegro e naturale agli angoli della tua casa.

1. Monstera Deliciosa o Costola di Adamo

La Monstera Deliciosa, conosciuta anche come Costola di Adamo, è una pianta rampicante delle foreste pluviali tropicali dell’America Centrale.

Ha un fusto spesso e lungo da cui germogliano grandi foglie di 20-90 cm di lunghezza. La cura di questa pianta è molto semplice: va annaffiata non più di tre volte la settimana e ogni primavera va piantata in un nuovo vaso più grande di 4-5 cm.

2. Chamaedorea o Palma da salotto

E’ una delle piante da interno che si adattano meglio alla scarsa illuminazione e ha la particolarità di assorbire gli odori come il tabacco.

Anch’essa proviene dal Centro America ed molto resistente anche se predilige un ambiente un po’ umido. Oltre ad annaffiarla puoi quindi semplicemente vaporizzare di tanto in tanto le foglie con uno spruzzino.

3. Sansevieria trifasciata, detta anche Lingua della tigre o Suocera

Il nome di questa pianta è decisamente curioso ma è nota quasi ovunque nel mondo. La Sanseveria è particolarmente adatta ad ambienti ombrosi e in natura sopravvive a condizioni ambientali anche estreme. Prendersene cura è quindi piuttosto semplice.

Va annaffiata una volta al mese in inverno e in autunno e ogni quindici giorni in primavera . Le foglie sono larghe, lunghe e affilate ma puoi scegliere tra diverse varietà: completamente verdi, con foglie verde intenso ma dal bordo giallo, altre verdi con linee chiare.

4. Un classico ma tra le piante da interno più belle: il Ficus Benjamin

Il Ficus è una delle piante più comuni nelle case e in realtà si adatta bene sia all’interno che all’esterno. Ne esiste una grande varietà. Noi vi proponiamo il Ficus Benjamin, conosciuto anche come alloro indiano. 

Questo tipo di ficus ha un fogliame molto fitto e le foglie di un verde molto intenso, può essere facilmente adattato ai nostri ambienti con la potatura ed è quindi una pianta perfetta per decorare gli interni. E’ una delle piante che meglio cresce all’interno, senza la necessità di essere annaffiato di frequente.

5. Euphorbia Milii o Corona di Cristo

Detta anche Spina di Cristo è un’altra ottima soluzione per coloro che cercano piante da interno che hanno bisogno di poca luce ed anche fiorite. A causa delle sue spine è meglio non collocarla in una zona di passaggio.

I fiori della Euphorbia Milii possono essere rossi, rosa, bianchi e gialli. Anche se è resistente alle aree con poca luce si consiglia di collocarla in un luogo con più luce naturale durante la stagione della fioritura.

6. L’Anthurium: una pianta che fiorisce tutto l’anno

E’ forse una delle piante più viste nelle case e negli ambienti di lavoro. Ve ne sono di diversi colori, ma il più comune è il rosso Anthurium. E’ sufficiente che goda di luce indiretta, è molto resistente quindi facile da curare.

E’ sufficiente bagnarla una volta alla settimana durante l’inverno e fino a tre volte in primavera e in estate. Una caratteristica da non trascurare è che fiorisce tutto l’anno, rendendola perfetta per decorare la tua casa.