6 cattive abitudini che fanno ingrassare

di Romina Ferrante


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Mantenere il peso forma senza privarsi dei piaceri della tavola può sembrare a molti una sfida impossibile. In realtà riuscire a mantenere il giusto peso dipende dalle nostre scelte alimentari e abitudini quotidiane.

Per soddisfare il palato senza incorrere in spiacevoli conseguenze sulla bilancia, è essenziale identificare gli alimenti da privilegiare ed eliminare alcune malsane abitudini che possono contribuire all’accumulo dei chili in eccesso.

Mangiare frettolosamente

Consumare i pasti di corsa può provocare problemi di digestione e favorire l’accumulo di peso. Un pasto dovrebbe durare almeno 20 minuti e ogni boccone dovrebbe essere masticato almeno 15 volte. Chi mangia in fretta, oltre a essere stressato, tende ad ingerire una maggiore quantità d’aria e questo provoca gonfiore addominale. Una strategia da adottare per rallentare il ritmo durante i pasti è quello di poggiare la forchetta sul piatto ad ogni boccone.

Bere molta acqua a pranzo e cena

Se bere acqua in generale fa bene alla salute, farlo durante i pasti può essere un problema. Bere troppa acqua durante il pranzo o la cena può diluire i succhi gastrici, rallentando così la digestione. Durante il pasto, è consigliabile non superare due bicchieri d’acqua, ma è importante mantenere un’adeguata idratazione durante il giorno, bevendo almeno un litro e mezzo d’acqua e aumentando l’apporto in caso di sudorazione. Un buon suggerimento è bere un sorso d’acqua ogni mezz’ora.

Fare la spesa in modo distratto

Acquistare alimenti a caso può avere un impatto negativo sul peso. Durante la spesa, è fondamentale leggere attentamente le etichette ed evitare cibi ultraprocessati ricchi di sale, zucchero o grassi vegetali. Meglio fare la spesa a stomaco pieno, basandosi su una lista preparata in anticipo così da riuscire a resistere alle inevitabili tentazioni che si trovano al supermercato.

Consumare poche verdure

Le verdure dovrebbero essere sempre presenti a pranzo e cena come contorno o condimento per piatti a base di pasta. Le verdure hanno un minore impatto rispetto ai sughi elaborati o al formaggio grattugiato, ricco di grassi e sale.

Il formaggio può essere consumato come secondo piatto, al massimo due volte a settimana. Inoltre, si consiglia di moderare l’uso del sale (apporto giornaliero consigliato tra i 3 e i 5 grammi).

Usare condimenti pesanti

Salse, burro, panna e lardo sono condimenti calorici da limitare. È preferibile utilizzare olio extravergine d’oliva (senza esagerare), spezie e erbe aromatiche per insaporire i piatti come consiglia la dieta mediterranea.

È bene ricordare che l’alimentazione va sempre accompagnata a una regolare attività fisica così da contrastare l’accumulo di peso. Camminare almeno mezz’ora al giorno non solo aiuta a bruciare calorie, ma anche a mantenere il tono muscolare e ad accelerare il metabolismo.

Saltare i pasti

Tra le cattive abitudini assolutamente da evitare c’è quella di saltare i pasti che può portare all’aumento di peso. Arrivare al pasto successivo con troppa fame può spingere a mangiare in modo sconsiderato. È fondamentale fare una colazione equilibrata e moderare l’assunzione di cibi ricchi di zucchero e sale. Gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio aiutano a regolare l’appetito e possono essere costituiti da verdure, frutta secca o fresca, o cracker poco salati.

Seguendo questi consigli e adottando abitudini più salutari, sarà possibile mantenere il peso forma e godersi una dieta equilibrata senza rinunce eccessive. La cura del proprio corpo e la consapevolezza delle scelte alimentari sono fondamentali per una vita sana e in forma.

Foto da depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Tra le più comuni convinzioni alimentari c’è il divieto di mangiare le uova per chi è a rischio di patologie cardiovascolari. Si tratta di uno dei miti più radicati, ora un nuovo studio ha finalmente sfatato questa convinzione, dimostrando che l’inclusione delle uova nella dieta quotidiana non ha effetti negativi sui livelli di colesterolo, neanche […]

Quando si parla di colazione uno degli errori che commettiamo più spesso è quello di prediligere una colazione dolce ricca di biscotti, dolci e prodotti da forno. Vuoi per ragioni di marketing dell’industria alimentare, vuoi per una tradizione consolidata gli italiani amano fare colazione con cibi ricchi di zuccheri e grassi come cornetti, pasticcini e […]

L’acrilammide è un composto chimico che si forma naturalmente durante il processo di cottura ad alte temperature di alcuni alimenti amidacei, come patate, cereali e caffè. Questo composto è stato oggetto di crescente preoccupazione nella comunità scientifica a causa dei potenziali rischi per la salute associati al suo consumo. La formazione di acrilammide avviene principalmente […]

Nella ricerca del benessere e della salute del proprio corpo, uno dei concetti più dibattuti è quello di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Tra le varie componenti nutritive della nostra dieta, i carboidrati non possono certo mancare. Non tutti i carboidrati sono però uguali e il loro impatto sulla nostra salute può variare notevolmente in […]