Moda Autunno/Inverno 2022/23, le tendenze da copiare alle passerelle

di Manuela Zanni

Siete  pronte a prendere appunti? È il momento di fare un ripasso prima di procedere con lo shopping della nuova stagione. E quindi di analizzare ancora una volta quali sono i trend moda autunno inverno 2022/23 più forti e irresistibili da copiare alle passerelle, individuando quelli più in linea con la nostra personalità.

I cappotti oversize

I capispalla diventano un mezzo per proteggersi dal freddo ma non solo. Si trasformano in un simbolico rifugio dal mondo esterno che non ha però nessuna intenzione di rinunciare allo stile. I cappotti oversize, dominano incontrastati. Con le loro proporzioni ampie e le spalle forti nuova divisa ufficiale della power woman contemporanea. Ma per avvolgersi durante l’inverno ci sono anche le pellicce sintetiche. Anch’esse over, si distinguono per le colorazioni insolite e per i dettagli modaioli. A metà strada tra l’effetto peluche e una lady super chic. Per chi preferisce qualcosa di più sportivo ci sono invece i mini bomber. Cortissimi ma non per questo meno performanti. L’outfit da lavoro prediletto sarà invece il tailleur corto dalla giacca pronunciata e dalla gonna mini.

Moda Autunno/Inverno 2022/23

Moda Autunno/Inverno 2022/23

Parole d’ordine: sensualità e femminilità

La sensualità è uno dei temi centrali della prossima stagione fredda. Come punto focale di una nuova femminilità consapevole e senza falsi pudori che mette al bando la timidezza. Quest’anno si declina spesso in versione total black e con un retrogusto torbido da femme fatale. Il little black dress torna a recitare la parte del protagonista in mille diverse versioni, una per ogni donna. Spesso prende le sembianze di vestiti cut out tutti tagli e spacchi a mettere in mostra la pelle. Altre volte a catturare l’attenzione sono calze autoreggenti messe in spudoratamente in bella vista, senza alcuna timidezza. Oppure hot pants ridotti ai minimi termini, di pelle, vinile o denim. Fatti apposta per mostrare le gambe.

Moda Autunno/Inverno 2022/23

Moda Autunno/Inverno 2022/23

I pantaloni cargo

I pantaloni cargo, le gonne con tasche applicate e le borse da giorno osano il trend del mutitasking ma nel senso più letterale del termine. Mentre a caratterizzare la parte alta del corpo arrivano corsetti come protezioni. Non ci è dato sapere se presi in prestito dal mondo dello sport o da un passato in stile Gilded Age. Sta di fatto che ora non si nascondono più e si indossano simbolicamente sopra camicie, maglie e blazer. Stessa sorte per altri due pezzi pragmatici del guardaroba, di solito relegati sotto gli abiti. Il primo è la canotta, già cominciata a sfoggiare quest’estate. Il secondo il reggiseno con ferretto che per la stagione autunnale prende il posto dei crop top sotto blazer e giacconi.

Asimmetrie

Ma sono anche i materiali e le loro infinite possibilità creative a ispirare i designer per la stagione fredda. A partire dalla maglia effetto DIY. Asimmetrica, irregolare, oversize, con orli non finiti, hand made, fa diventare il difetto un punto di forza che rappresenta l’unicità e la personalità di ognuno di noi. Nascondendo invece un grande savoir faire agli occhi meno attenti. Poi emerge anche un ritrovato gusto per il knitwear ethno chic. Coloratissimo, tribale, esotico, parla a una nuova generazione di nomadi di lusso che trovano ispirazione in luoghi disparati, dalla californiana Salvation Mountain ai paesaggi indiani e pakistani. Anche il denim couture conquista il suo posto sulla ribalta, in modalità deluxe e sartoriale o in quella che fa diventare decorativi i segni del tempo come strappi, toppe e scoloriture. Mentre per i completi eleganti rispunta all’orizzonte il velluto con tutto il suo fascino decadente.

Moda Autunno/Inverno 2022/23

Moda Autunno/Inverno 2022/23

LEGGI ANCHE: Moda, i colori più di moda nella prossima stagione  

Colori accesi: fucsia e arancione

Tra i colori più utilizzati dalle grandi griffe ci sono senza dubbio tutte le sfumature calde ed effetto tramonto dell’arancione. Per capi di maglia, nappa e in modalità duvet dall’effetto allo stesso tempo rigenerante ed energizzante, contro il grigiore dell’inverno. Ma il colore top della stagione sarà il fucsia acceso. Protagonista assoluto della sfilata Valentino e non solo, ha preso in un attimo il posto del millennial pink grazie al suo charme contemporaneo e alla sua forte identità. Stessa filosofia anche per un’altra tinta hot ma caratterizzata da un’allure fetish chic. Stiamo parlando del rosso lacca, che approfitta delle superfici glossy del vinile per lasciare il segno. Il marrone in tutte le sue sfumature, infine, invade la pelle e la nappa che danno forma a tailleur alternativi troppo belli per essere sfoggiati solamente in ufficio.

LEGGI ANCHE: Moda a Palermo, la pioggia non ferma la sfilata delle Gi di Valentino  


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

6 min

Romina Power Il nome completo di Romina Power è Romina Francesca Power. Nasce a Los Angeles, il 2 ottobre del 1951, quindi ha 71 anni. È figlia d’arte di Tyrone Power e Linda Christian. Dopo il divorzio dei genitori, nel 1956, si ritrova a viaggiare in diverse parti del mondo. Vive prevalentemente in Messico e […]

4 min

Si sente parlare spesso di investimenti, ma spesso ci si ritrova impreparati o insicuri per programmare un percorso di questo tipo. Spesso, infatti, si ritiene che l’investimento sia appannaggio di chi ha una liquidità consistente o di chi ha competenze avanzate in ambito finanziario. Indubbiamente per mettere in campo un progetto di questo tipo è […]