Capelli crespi in inverno, 5 consigli per gestirli al meglio

di Danila


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

[multipage]

Un po’ tutte abbiamo il problema dei capelli crespi durante l’inverno, anche chi di solito ha una chioma perfettamente liscia e setosa. Complici temperature, freddo e umidità, per non parlare dell’effetto deleterio del phon, i capelli durante la stagione fredda tendono ad avere un aspetto più elettrico del solito. Dunque, senza rassegnarsi troppo, ecco 5 consigli per gestire al meglio i capelli crespi in inverno, piccoli accorgimenti quotidiani che fanno parte, o dovrebbero farne, della nostra routine di bellezza e daranno ai nostri capelli un aspetto migliore.

[/multipage][multipage]

Trattare i capelli crespi con prodotti appositi

Maschere, balsami e prodotti per capelli non sono proprio tutti uguali, anche se qualcuno dice il contrario. Bisogna puntare su uno shampoo specifico, usare sempre un buon balsamo e abbinare al lavaggio ordinario, almeno una volta a settimana, una crema per capelli o una maschera che possa garantire il giusto equilibrio idrolipidico. Possono andare bene il tal caso prodotti per capelli secchi o con la tendenza ad incresparsi, ma se contemperamento avete un problema di sebo è bene non scegliere prodotti troppo nutrienti.

Per saperne di più: come scegliere lo shampoo più adatto ai propri capelli

[/multipage][multipage]

Attenzione a piastre e ferri caldi

Sono strumenti che più o meno tutti utilizziamo ogni giorno, ma dovremmo farlo meno o comunque prendere le giuste precauzioni. Piastre e arricciacapelli non vanno assolutamente demonizzati, basterebbe applicare sui capelli, prima di usare la piastra, un prodotto termoprotettore che possa proteggere la chioma dalle alte temperature, limitando anche l’effetto “elettrizzante”.

[/multipage][multipage]

Impacchi prima dello shampoo

Purtroppo dovremo rassegnarci all’idea che per prendersi cura dei capelli crespi è necessario qualche accorgimento in più e che shampoo e balsamo non bastano. È utile, per esempio, fare qualche impacco prima dello shampoo, perché a quanto pare è in grado di diminuire il naturale effetto crespo legato sia al tipo di capello che a fattori esterni che possono esserne causa. Si può scegliere tra un impacco per capelli ai semi di lino, all’olio di cocco o di jojoba, ma è molto consigliato anche l’olio di karitè. È preferibile applicare l’impacco sui capelli umidi, mantenerlo in posa una decina di minuti e poi procedere con la detersione ordinaria.

[/multipage][multipage]

Scegliere la spazzola adatta ai propri capelli

E no, anche in questo caso non tutte le spazzole e i pettini sono uguali. Meglio prediligere quelle con setole naturali, specialmente se il vostro obiettivo è avere capelli lisci e setosi. Per saperne di più non perdetevi il nostro approfondimento sulle spazzole per capelli!

[/multipage][multipage]

Prodotti da non sottovalutare: la lacca

La lacca è uno di quei prodotti da cui preferiamo tenerci alla larga, forse perché fa troppo anni ’80, però è anche vero che è un prodotto che ha una funzione antistatica. Non è da utilizzare sempre, ma sporadicamente quando vogliamo apparire impeccabili: ricordate di applicarla sui capelli a debita distanza, circa 20 centimetri.

[/multipage]

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Beatrice Luzzi nelle ultime settimane si era notevolmente riavvicinata a Giuseppe Garibaldi, confermando i passi avanti nel loro rapporto che c’erano stati nell’ultimo periodo trascorso insieme nella ‘Casa’ del “Grande Fratello“. Lei era stata certamente più cauta in merito all’evoluzione della situazione, ribadendo ancora una volta quanto le loro vite siano diverse e difficili da […]

L’estate è sinonimo di vacanze, mare, e lunghe giornate all’aria aperta. Tuttavia, con l’aumento del tempo trascorso sotto il sole, è importante proteggere la pelle dai dannosi raggi UV. L’uso della crema solare non è solo una questione di estetica per evitare scottature, ma anche di salute, per prevenire danni a lungo termine come l’invecchiamento […]