Vanessa Ballan, il marito Nicola perdonò il tradimento e la accompagnò a denunciare il suo assassino

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Vanessa Ballan è stata uccisa sull’uscio di casa sua, una villetta bifamiliare nel trevigiano. Nel cortile, oggi, stride il contrasto tra i giochi alla rinfusa del figlio di 4 anni e le orchidee e fiocchi rossi messi per ricordare la mamma 27enne, incinta di tre mesi. A tre giorni dal femminicidio per il quale è stato fermato Bujar Fandaj, emerge il ritratto del marito di Vanessa, Nicola Scapinello, 28 anni, che una volta scoperto il tradimento da parte della moglie, l’amore di una vita, era stato capace non solo di perdonare ma anche di sostenere la compagna nella denuncia all’uomo che le ha tolto la vita.

Il perdono del marito tradito

Nicola Scapinello, impiegato nell’impresa edile di famiglia, è rimasto all’oscuro del tradimento da parte della moglie per mesi. Poi, una sera, Vanessa Ballan si è presentata a lui piangendo e gli ha raccontato del tunnel da cui non riusciva a uscire. Di un uomo minaccioso incontrato nel supermercato dove lavorava che, dopo averla minacciata di morte all’Eurospin e aver superato il cancello di casa per dimostrarle che poteva raggiungerla quando voleva, aveva preso il controllo della sua vita con la violenza e la paura.

La denuncia contro l’amante violento

Nicola, con coraggio e dignità, ha sostenuto Vanessa e cercato aiuto. L’ha perdonata, scegliendo di andare avanti insieme. Il 25 ottobre scorso erano andati insieme dai carabinieri per denunciare l’uomo. Il giorno successivo si presentarono anche in Procura. Sembrava che la situazione fosse risolta, nel frattempo la notizia di una seconda gravidanza aveva fatto capolino.

L’epilogo tragico nonostante la denuncia

Tuttavia, la preoccupazione persisteva, come testimonia la cronologia dei messaggi di martedì mattina. Nicola e Vanessa si scrivono su WhatsApp per tutta la mattina, e quando lei smette di rispondere alle 11:47, Nicola lascia il cantiere e corre a casa, trovando la porta finestra in frantumi, schizzi di sangue all’ingresso e il corpo di Vanessa rannicchiato nel sottoscala. È stato Nicola Scapinello a dare l’allarme, con il cuore spezzato. I carabinieri riescono a fermare il pulmino dei bambini dell’asilo appena in tempo, evitando che il figlio di 4 anni venisse scaricato davanti casa, scoprendo così che la madre era stata uccisa.

Nicola Scapinello ora è rimasto da solo a prendersi cura del figlio di 4 anni avuto con Vanessa Ballan. La loro storia era cominciata 11 anni fa, sui banchi di scuola. Da allora non si erano mai lasciati. Le foto sui social narrano le tappe della loro vita insieme: viaggi, vacanze al mare, momenti felici. Il parroco di Riese Pio X, don Giorgio Piva, trova poche parole per descrivere il dolore: “Che Dio aiuti con la sua forza Nicola, il suo bambino e tutti i familiari”. Una preghiera per quest’uomo distrutto che, nonostante il tradimento subito, ha dimostrato un’immensa generosità d’animo sostenendo la moglie nell’ora più buia.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

“Condanniamo con forza i ripetuti episodi di stalking e violenza verbale, palesemente diffamatori, che sono stati perpetrati in questi giorni dal cantante Morgan ai danni dell’ex compagna Angelica Schiatti, alla quale esprimiamo vicinanza e solidarietà”. Lo ha detto la presidente del Movimento Italiano per la Gentilezza, Natalia Re, commentando la notizia degli atti diffamatori che […]