Nutre il figlio solo con latte materno per più di due anni e rischia di ucciderlo: arrestata

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Una donna è stata condannata a due anni di reclusione per aver nutrito solo con latte materno, per oltre due anni, il proprio figlio, rischiando così di ucciderlo. “È per amore che ho fatto tutto questo”, ha dichiarato di fronte ai giudici.

La vicenda risale al 2018, ma in questi giorni è arrivata la condanna definitiva, come riporta il giornale belga La Libre. Protagonista è una donna che viveva negli Stati Uniti insieme al figlio e il marito.

Essendo entrambi belgi, hanno deciso di tornare a casa per le vacanze ma, durante quel soggiorno, il nonno del piccolo si è accorto che il nipotino era malnutrito. Ha deciso di indagare e ha appreso la verità: fino a quel momento il bimbo era stato solo allattato con latte materno.

Biberon (foto di repertorio)
Biberon (foto di repertorio)

In quel momento, l’uomo ha deciso di denunciare immediatamente quanto stava accadendo e, così facendo, ha di fatto salvato la vita al nipote. Una volta trasportato in ospedale, infatti, il piccolo (che aveva due anni e mezzo) è risultato avere il peso di un bimbo di 6 mesi. È anche risultato privo di tutte le vaccinazioni. In seguito il bambino è rimasto in ospedale per riprendersi del tutto. La mamma ha cercato di difendersi, affermando: “È per amore che ho fatto tutto questo”.

La Corte d’appello di Bruxelles ha condannato la mamma a 2 anni di reclusione, mentre il piccolo è stato riaffidato alle cure del padre, ritenuto non responsabile della grave denutrizione del figlio.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]