Bufera su Nino Frassica per la scomparsa del gatto Hiro: è indagato

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

È bufera su Nino Frassica. L’attore siciliano è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Spoleto con le ipotesi di reato di diffamazione aggravata, stalking e istigazione a delinquere. Con lui risultano indagate anche la moglie Barbara Exignotis e la figlia di lei, Valentina.

Appelli social e accuse a due famiglie spoletine da parte di Frassica e famiglia

Tutto è partito dalla scomparsa del gatto Hiro, avvenuta a fine settembre mentre Frassica si trovava a Spoleto per girare alcune scene della nuova stagione di Don Matteo. La famiglia dell’attore, disperata, aveva lanciato appelli via social e offerto una ricompensa di 5000 euro a chiunque fosse riuscito a ritrovare l’amato felino. Fin da subito però erano partiti i sospetti, con pesanti accuse rivolte a due famiglie spoletine. In particolare, Valentina Exignotis aveva puntato il dito contro una coppia residente in piazza Campello: “Hiro è in quella casa, prego che queste persone lo rilascino”.

Denunce e apertura di un’indagine da parte della procura di Spoleto

Parole che avevano alimentato una spirale di tensione in città. I manifesti di vicinanza alla famiglia Frassica affissi da un’attivista per i diritti degli animali non avevano fatto che gettare altra benzina sul fuoco. La denuncia sporta da una delle due famiglie accusate ha fatto scattare l’indagine della procura. “I miei assistiti sono molto preoccupati, specie dopo il video in cui la Exignotis ha fatto il nome della signora di piazza Campello” ha dichiarato l’avvocato Fabrizio Gentili, che rappresenta le due famiglie.

Frassica indagato per diffamazione, stalking e istigazione a delinquere

Del gatto Hiro si sono perse le tracce. Dopo una mobilitazione iniziale, a Spoleto la vicenda aveva creato più irritazione che partecipazione. In tanti avevano mal digerito quella che veniva percepita come un’indebita attenzione mediatica. Da qui la scelta di ricorrere alle vie legali, con due diverse denunce presentate al commissariato cittadino. Due procedimenti che hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati di Nino Frassica. Ora l’attore dovrà chiarire le sue responsabilità rispetto alle accuse di aver provocato, con le sue esternazioni, un clima di tensione e odio ingiustificato verso persone che non hanno alcuna colpa nella sparizione dell’amato animale domestico.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]