Muschio Selvaggio, Fedez perde la causa: deve cedere le quote a Luis Sal

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

“Piove sul bagnato” è proprio il caso di dire a proposito di Fedez che, oltre ai ben noti problemi di salute prima e personali ora ha anche perso la causa su Muschio Selvaggio con Luis Sal ed deve cedere le quote, la clausola della roulette russa.

Fedez perde la causa ( e la trasmissione) contro Luis Sal

Il tribunale di Milano ha dato ragione a Luis Sal nella causa sul podcast Muschio Selvaggio e Fedez perde la trasmissione. La giudice Amina Simonetti, infatti, ha deciso di accogliere il ricorso per il sequestro giudiziario delle quote di Doom s.r.l da parte della società che edita il programma.

Muschio Selvaggio, Luis Sal risponde a Fedez: "Mi sono sentito emarginato"

La “clausola della roulette russa”

Questo avviene a causa della cosiddetta “clausola della roulette russa”: si tratta di una clausola che permette a uno dei soci di comprare le quote di un altro in caso di stallo della società.

Il comunicato di Luis Sal

Ad annunciare la decisione è stato l’ufficio stampa di Luis Sal: “Il tribunale di Milano decide su Muschio Selvaggio: è di Luis Sal. La giudice Amina Simonetti, con ordinanza del 23 febbraio, ha difatti integralmente accolto il ricorso per sequestro giudiziario delle quote di Doom s.r.l. (società gestita da Annamaria Berrinzaghi, madre di Fedez) dalla Muschio Selvaggio s.r.l., promosso dall’avvocato Nicolò Ferrarini di Modena per conto della Luisolve s.r.l, società di Luis Sal (cofondatore del podcast Muschio Selvaggio, oltre che coautore e co-conduttore). Il provvedimento ha decretato che la società di Luis Sal ha il diritto di rilevare le quote della società di Fedez, esautorando così quest’ultimo nella gestione del podcast”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

L’azienda ha rispettato l’impegno preso verso i propri apicoltori mantenendo le promesse fatte per il raccolto 2023. Per tutelare un settore a rischio come quello del miele, ha corrisposto ai suoi collaboratori un compenso congruo, permettendo così di garantire il futuro di questo comparto strategico per l’intero sistema agroalimentare e per la tutela degli ecosistemi […]