È morta la regina Elisabetta II, il nuovo re Carlo: “momento di grande tristezza”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La regina Elisabetta II, la monarca più longeva della Gran Bretagna, è morta oggi, giovedì 8 settembre, al castello di Balmoral, in Scozia. Aaveva 96 anni.

I medici della regina, poche ore prima del decesso, si erano detto preoccupati per la salute di Sua Maestà e “stava riposado comodamente” a Balmoral, sotto controllo medico. La regina Elisabetta II è morta “in pace” di pomeriggio, come comunicato da Buckingham Palace in una nota, che ha aggiunto: “Il re e la regina consorte rimarranno a Balmoral questa sera e torneranno a Londra domani”. Il re è naturalmente Carlo e la regina consorte è Camilla.

Elisabetta II è, quindi, scomparsa poco più di un anno dopo la morte del principe Filippo, all’età di 99 anni. La coppia ha vissuto insieme oltre 7 decenni e hanno avuto quattro figli: il principe Carlo, la principessa Anna, il principe Andrea e il principe Edoardo.

“La morte della mia amata madre è un momento di grande tristezza per me e per tutti i membri della mia famiglia”. Queste le prime parole di Carlo diventato re. “So che la sua morte sarà profondamente sentita in tutto il Paese, il regno, il Commonwealth e da innumerevoli persone nel mondo. È di conforto la consapevolezza dell’affetto e del rispetto provato per la regina”.

Carlo, infatti, è diventato re immediatamente dopo la morte della regina Elisabetta II, anche se la sua incoronazione ufficiale non avrà luogo per qualche tempo.

Inoltre, ora che Carlo è il nuovo re d’Inghilterra, il principe William assumerànuovi titoli, comprenso quello tradizionalmente dato all’erede al trono e cioè principe del Galles.

LEGGI ANCHE: Regina Elisabetta e il lungo matrimonio con il principe Filippo.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

L’eurodeputata maltese Roberta Metsola è stata rieletta oggi, martedì 16 luglio, alla presidenza del Parlamento europeo. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto a Strasburgo, ha visto Metsola ottenere un’ampia maggioranza con 562 voti a favore su un totale di 699 votanti, un risultato ampiamente previsto, grazie al sostegno dei popolari, dei socialisti e dei liberali. […]