Il silenzio di Chiara Ferragni sulla guerra in Israele fa rumore: pioggia di critiche

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Mentre infuria il conflitto in Medio Oriente, con gli scontri tra Israele e Hamas che hanno causato centinaia di vittime, l’influencer Chiara Ferragni è finita al centro delle polemiche per non aver preso posizione sulla questione. La fashion blogger, che su Instagram conta oltre 24 milioni di follower, è stata travolta dalle critiche dopo aver pubblicato alcuni post in cui celebrava il compleanno del suo blog The Blonde Salad, senza fare alcun accenno alla guerra in atto.

Valanga di commenti contro l’influencer

Sotto gli ultimi post della Ferragni è apparsa una valanga di commenti che la accusavano di egoismo e scarso interesse per le sorti del mondo. “Migliaia di persone muoiono e tu festeggi l’anniversario del tuo blog?”, “Un influencer con il tuo seguito dovrebbe sensibilizzare le persone su ciò che sta accadendo”, “Vergognati, ci sono bambini che muoiono e tu pensi solo ai vestiti”, si legge tra i messaggi di critica.

Cresce la pressione affinché si esponga

Le richieste a Chiara Ferragni di prendere posizione sulla questione israelo-palestinese si sono moltiplicate, ma finora la regina italiana dei social non ha risposto né dato segno di voler intervenire pubblicamente sull’argomento. Un silenzio che sta facendo rumore, vista l’enorme popolarità e il seguito globale di cui gode l’imprenditrice digitale.

Il dubbio sulle ragioni del suo silenzio

Sono in molti a domandarsi il perché di questo mutismo. C’è chi ipotizza che la Ferragni non voglia esporsi su temi così sensibili per non inimicarsi una parte del suo pubblico, ma anche chi sostiene che dovrebbe sfruttare la sua influenza per sensibilizzare le persone. Del resto, in passato l’influencer si era spesa su argomenti di attualità, dal Black Lives Matter al Ddl Zan.

Lo strano mutismo della regina dei social

Quello che appare certo è che il silenzio della regina dei social network su una crisi internazionale di tale portata sta facendo più rumore di mille parole. E, con ogni probabilità, le pressioni affinché Chiara Ferragni prenda posizione pubblicamente sulla questione israelo-palestinese sono destinate ad aumentare nelle prossime ore.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria