Boeing 747 decolla con un equipaggio di sole donne: mai successo

di Manuela Zanni

Un intero equipaggio di sole donne alla guida di un Boeing 747: è la prima volta che accade nella storia. Si tratta, infatti, del primo volo con un equipaggio tutto al femminile nella storia dell’aviazione civile italiana.

 

Un equipaggio di sole donne alla guida di un Boeing 747

È successo a bordo di un Boeing 747, con ai posti di comando la capitana Paola Gini e la prima ufficiale Vivien Allais. Il primo Boeing 747 pilotato e affidato a un equipaggio di sole donne è decollato dall‘aeroporto di Milano Malpensa in direzione Seul. L’aereo è un Boeing 747-4R7F di Cargolux Italia LX-UCV “Tre Cime di Lavaredo“.

Un decollo divenuto “virale”

La notizia è stata diffusa dalla pagina Facebook “Boeing 747 The Queen of the Skies”, e il post è diventato velocemente virale, facendo il giro dei social. In un post si vede anche la foto delle due donne in cabina di pilotaggio, pronte al decollo. In piedi davanti all’aereo e poi sedute in cabina di pilotaggio, sorridono per alcune foto-ricordo prima di far decollare da Malpensa un volo cargo diretto a Seoul. Sono Paola Gini e Vivien Allais, rispettivamente comandante e prima ufficiale, che ieri – 20 settembre – sono entrate nella storia dell’aviazione civile italiana per essere state il primo equipaggio tutto al femminile a pilotare un Boeing 747

Boeing 747

Boeing 747

Sono entrambe italiane: la prima, 46 anni, è originaria di Torviscosa (Udine) e da 12 anni riveste il ruolo di comandante per la Cargolux, mentre la seconda è di Coazze (Torino) e ha lavorato per diverse compagnie aeree. A rilanciare la notizia curiosa, che ha riempito di messaggi di ammirazione le bacheche dei social network, è stata la pagina Facebook ‘Boeing 747 The Queen of the Skies’, con tanto di fotografie concesse dalla compagnia aerea lussemburghese che trasporta merce dall’aeroporto varesino. E da quel momento, in molti hanno seguito il volo in tempo reale sul web.

Quanto è durato il volo?

L’aereo, infatti, partito alle 15:55 del 20 settembre da Malpensa è arrivato 10 ore e 34 minuti dopo all’aeroporto di Incheon a Seoul, in Corea del Sud. Tra gli utenti che hanno letto la notizia, in molti hanno apprezzato questo traguardo importante, così come c’è chi si è stupito, perché non pensava che nel 2022 non fosse già accaduto un fatto simile in Italia, e chi ha ripreso casualmente con il cellulare proprio il decollo del volo delle due pilote, ignaro della storia curiosa che c’era dietro.

LEGGI ANCHE: Europei di calcio  femminile, dove seguire  le partite in tv

In passato un’esperienza simile, ma diversa negli intenti, l’aveva proposta Alitalia (oggi Ita Airways). Nel 2013 la compagnia aerea aveva celebrato la Giornata Internazionale dei diritti delle donne con un equipaggio tutto al femminile per i voli aerei Roma-Milano e Milano-Roma con la comandante Barbara Plantilli Lambert, la copilota Valentina Leone e le 3 assistenti di Volo Giovanna Ruiu, Francesca Anzil e Matilde Marcelli.

Donne pilota, numeri in crescita

Sono circa 8500 i piloti donna nel mondo, poco più del 5% del totale (155mila). Quelle che  sono diventate capitano, secondo gli ultimi dati diffusi a inizio novembre dall’International Society of Women Airline Pilots sono appena 1400, ovvero l’1,55%.  Un numero cresciuto nel tempo, ma molto lentamente. Tra queste le europee sono solo Lufthansa, British Airways, KLM e easyJet, unica low cost tra le citate, che ha 200 donne: una cifra che cresce costantemente; Ora le donne pilota in easyJet sono il 15% del totale, più che raddoppiate dal 2015 (quando erano il 6%) e si punta ad aumentare. La compagnia ha appena annunciato di voler raggiungere  quota 20% di piloti donna entro il 2020.

LEGGI ANCHE: E’ nata la nazionale curvy di calcio femminile 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria