Le cade addosso acqua bollente, bimba di 3 anni gravemente ustionata

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Tragedia nella serata di ieri ad Acerra, in provincia di Napoli. Una bambina di soli 3 anni è rimasta gravemente ustionata dopo essersi rovesciata addosso una pentola di acqua bollente che si trovava sui fornelli della cucina di casa.

Ricovero in ospedale e prognosi riservata

La piccola, di origini burkinabé ma da tempo residente con la famiglia in Italia, ha riportato ustioni di secondo grado sul 45% del corpo ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santobono di Napoli dove è tuttora ricoverata in prognosi riservata a causa dell’elevato rischio di infezioni. I fatti si sono verificati intorno alle ore 19 di ieri sera nell’abitazione dove la bambina vive con i genitori, entrambi originari del Burkina Faso: la mamma 31enne e il papà 39enne.

La piccola d’urgenza in ospedale

Secondo le prime ricostruzioni, la piccola si sarebbe sporta verso i fornelli accesi, facendo cadere una pentola piena d’acqua bollente. Ad accorgersi dell’incidente sono stati i genitori che, dopo essersi resi conto della gravità della situazione, hanno immediatamente caricato la figlia in macchina e l’hanno trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore. Qui, valutate le gravi condizioni della bambina, è stato richiesto con urgenza il trasferimento all’ospedale Santobono di Napoli, specializzato proprio nella cura dei più piccoli

Sarà sottoposta a intervento delicatissimo

Giunta al Santobono in codice rosso, la piccola è stata presa in cura dai medici che l’hanno ricoverata nel reparto di terapia intensiva pediatrica dove si trova tuttora sotto osservazione, in attesa di essere sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per l’asportazione e la copertura delle zone ustionate. La sua vita è appesa a un filo a causa degli elevati rischi di infezione.

Indagini sull’accaduto

Sul luogo della tragedia sono intervenuti i Carabinieri della compagnia Napoli Vomero che hanno effettuato i rilievi volti a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Fortunatamente i genitori della piccola si sono accorti tempestivamente di quanto accaduto e sono riusciti a soccorrerla, evitando così conseguenze ancora più gravi. Tutti ora pregano per le sorti della piccola.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 23 giugno si celebra la Giornata Internazionale delle Vedove, un’occasione per riflettere sulla condizione spesso difficile di queste donne e per ribadire l’importanza di tutelare i loro diritti. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2010, questa giornata mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle discriminazioni e le violenze che molte vedove subiscono in diverse parti del […]