Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Ipersonnia, i sintomi e i rimedi dell'eccesso di sonno

Salute - 6 aprile 2018

L’insonnia la conosciamo tutti e qualcuno ne soffre anche, ma non tutti conoscono l’ipersonnia, il disturbo opposto che ci spinge a dormire troppo. In qualche caso può trattarsi di una patologia cronica che può avere conseguenze serie sulla nostra vita sociale. Proviamo a saperne di più sull’ipersonnia, sui sintomi e rimedi per l’eccesso di sonno.

L’insonnia è un disturbo molto comune e spesso la causa principale è lo stress, ma avete mai sentito parlare di ipersonnia, ovvero un disturbo contrapposto all’insonnia caratterizzato invece da un eccesso di sonnolenza, tanto da poter compromettere la vita sociale delle persone che ne soffrono? Si tratta di un fenomeno che spesso viene sottovalutato ma che in realtà può creare problemi nello svolgimento delle normali attività quotidiane, quindi anche al lavoro. Dunque ecco tutto quello che c’è da sapere sull’ipersonnia, sui sintomi e rimedi per combattere l’eccesso di sonno.

Questa patologia del sonno colpisce in media il 5% della popolazione ma è un disturbo differente dalla narcolessia. In questo caso la problematica riguarda l’aumento della durata del sonno e non gli attacchi di sonnolenza improvvisa, che sono anche più comuni della ipersonnia.

Tutti i sintomi dell’ipersonnia

Ovviamente la necessità di dormire non è certo l’unico sintomo dell’ipersonnia: oltre alla sonnolenza cronica tra i sintomi associati a questa patologia ci sono anche confusione e disorientamento, difficoltà a svegliarsi dopo molte ore di riposo, cefalea mattutina, ansia e attacchi di panico, a cui si aggiungono inappetenza, irritabilità e difficoltà motorie. Sono questi fondamentalmente i motivi per cui l’ipersonnia è un disturbo che crea disagi anche a livello sociale.

Quali sono le cause dell’ipersonnia?

Potrebbero essere tante e tutte diverse tra loro, spesso anche poco attinenti al tipo di disturbo, almeno apparentemente. Tra le cause principali dell’ipersonnia ci sono alcolismo e depressione, esaurimenti nervosi e obesità, sostanze stupefacenti e tranquillanti, ma può trattarsi anche di un fattore genetico.

Rimedi naturali per combattere l’ipersonnia

Per combattere gli attacchi di sonno ma anche l’eccesso di sonno può essere utile, almeno durante il giorno, assumere bevande a base di caffeina, quindi caffè, tè, bevande al ginseng e quelle energetiche. Anche alcune spezie e alimenti sono in un certo senso “eccitanti” e consentono di contrastare gli attacchi di sonno; tra queste ci sono pepe, peperoncino, cacao e guaranà. Inoltre gli zuccheri in generale contribuiscono a darci energia quindi a combattere la fiacchezza della sonnolenza.

I rimedi naturali per le malattie del sonno sono importanti e sono anche utili i rimedi omeopatici, ma per combattere questi tipi di disturbi legati al sonno bisogna senza dubbio rivolgersi ad un medico per risalite alla causa. Soltanto in questo modo è possibile combattere realmente i disturbi del sonno. Inoltre bisognerebbe cercare di darsi degli orari fissi per andare a dormire.

LEGGI ANCHE:

6 rimedi naturali contro l’insonnia in gravidanza

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA