Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

La guida completa ai modelli degli abiti da sposa [FOTO]

Matrimonio - 19 febbraio 2018

Care spose, eccovi la guida completa ai modelli degli abiti da sposa tra cui scegliere in base ai propri gusti, alla moda e al look più consono a voi! Quale indosserete? Fateci sapere!

I modelli di abiti da sposa sono tantissimi ma, a parte i più famosi, sono poche le donne che conoscono il nome del modello di vestito da sposa che vorrebbero indossare nel loro giorno del sì. Ecco quindi la guida completa ai modelli di abiti da sposa!

Abiti da sposa classici: principeschi, A-line, redingote e scivolati

L’abito da sposa classico è caratterizzato dalla gonna ampia (o ampissima) e lunga, un bustier più o meno strutturato e un leggero strascico che però è opzionale. Esso si declina in vari stili: vediamo i vari modelli di abiti da sposa classici.

Abito da sposa principesco

Tra gli abiti da sposa classici il più noto è l‘abito da sposa principesco, che in genere piace alle spose più romantiche e che sta bene a molte donne in quanto ha un corpetto modellante e una gonna decisamente protagonista.
Gli abiti da sposa da principessa possono essere abiti a ruota, a bustier o a palloncino e sono sempre vestiti voluminosi, tradizionali ed eleganti. Naturalmente nella scelta di un abito da sposa principesco si può optare per un tipo di gonna più o meno spumeggiante, un punto vita più o meno addobbato con fiocchi e cinture o con maniche a palloncino da applicare al bustier. Particolarmente originali tra i modelli principeschi sono gli abiti da sposa a balze o drappeggiati.

Abito da sposa A-line o a trapezio

Sempre della categoria degli abiti da sposa classici fa parte il modello di abito da sposa A-line o a trapezio. Si tratta di un vestito con bustino aderente sulla parte alta dei fianchi, leggermente rigido e strutturato, e con una gonna che si allarga in maniera molto morbida dalla vita in giù. È uno degli abiti nuziali più romantici e utilizzati perchè si adatta a qualunque fisico in quanto in grado di proporzionare le forme.

Abito da sposa redingote

Abbiamo poi tra i modelli classici l’abito da sposa redingote, la cui particolarità è il bustier, che deve essere è decisamente importante. Non solo: il bustier redingote deve fasciare il seno e modellare la parte inferiore dei fianchi da cui parte la svasatura dell’abito. Esistono due tipologie di abito da sposa redingote: quello in cui il bustino è rigido e strutturato e quello in cui il corpetto è più morbido e fascia fino ai fianchi, ma non vi è un taglio netto da cui parte la gonna.

Abito da sposa scivolato

Gli abiti da sposa scivolati sono, tra i modelli classici, i più semplici, morbidi e sobri. Si tratta di abiti che “scivolano” sulla silhouette e la cui forma segue le linee del corpo senza fasciarlo troppo.
Nel modello scivolato in genere il corpetto non è strutturato né fasciante, anche se il punto vita può essere evidenziato, e anche la parte inferiore è morbida sul corpo. Questo modello è adatto a tutte le spose, anche se ben si addice alle corporature medie che hanno forme proporzionate.

Abiti da sposa a sirena

L’abito da sposa a sirena esalta le forme della sposa, evidenzia il punto vita, il décolleté e i fianchi in un gioco di aderenze molto seducente. La sua caratteristica principale è quella di fasciare il corpo fino alle ginocchia, tra l’altro senza fare sconti a nessuna forma, allargandosi man mano che scende, proprio come la coda di una sirena.

Abiti da sposa a tubino

L’abito da sposa a tubino può essere di due tipi: a colonna, ovvero stretto e lungo, che scende in maniera rigida fino ai piedi, o più morbido ma senza volume, ugualmente dritto come un tubo su tutto il corpo. Questo modello è stato molto usato negli anni 60 e 70.

Una sua variante è l’abito da sposa a sottoveste, che scende lungo il corpo in maniera morbida e scivolata, proprio come il capo di lingerie da cui prende il nome. Come una sottoveste, questo abito da sposa è spesso in seta, raso o duchesse.

Abiti da sposa stile impero

L’abito da sposa stile impero è decisamente molto regale o, come spesso viene definito, “da dea”.
Il modello impero ha un taglio sotto il seno che divide il corpetto dalla gonna. E’ l’abito da sposa che per eccellenza non ha il punto vita, in quanto il taglio sotto il seno è la sua caratteristica principale ed è evidenziato, talvolta, da un nastro o da passamanerie, come nei vestiti dell’antica Roma.

Ci sono due varianti di abito da sposa stile impero: il peplo e il rinascimentale. Il peplo è un modello fluido ma con gonna drappeggiata; il rinascimentale ha sempre il taglio sulla parte alta della vita, ma una scollatura molto generosa e maniche lunghe che si aprono a trapezio a partire dal gomito.

Abiti da sposa Charleston

Ispirati alla moda degli anni ’30, gli abiti da sposa Charleston sono decisamente sui generis: lunghi fino al ginocchio, con spalline sottili, uno scollo dritto avanti e talvolta una profonda scollatura dietro; possono avere delle balze leggere e le famose frange. Inoltre questi abiti da sposa sono ricoperti da piume, perle, cristalli Swarovski e si abbinano alle acconciature da sposa anni 30.

Abiti da sposa corti e bon ton

Sono gli abiti da sposa che più di tutti richiamano gli anni 50. In genere hanno una lunghezza midi o al ginocchio ma mai più corta di così. Il taglio è lineare, i tessuti pregiati e presentano molti ricami e scollature quadrate o modelli che segnano il punto vita. La loro particolarità? Lasciare scoperte le gambe, naturalmente!

Abiti da sposa tailleur o jumpsuit

Di recente, complici le mode di matrimonio sempre più “casual” e informali, sulle passerelle delle sfilate di abiti da sposa si sono affacciati modelli più androgini, ma non per questo meno romantici o sexy: si tratta dei vestiti da sposa a tailleur, maschili o jumpsuit.

La scelta sta a voi! Quale abito da sposa e che modello sceglierete? Guardate la nostra galleria di foto!

Leggi anche:
Tutti i tipi di strascico da sposa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA