Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Diastasi addominale post parto: cos'è, i sintomi, le cause e i rimedi

Mamma - 28 agosto 2017 Vedi anche: Gravidanza e Parto, Problemi comuni in Gravidanza

Diastasi addominale post parto: cos'è, i sintomi, le cause e i rimedi per ritornare in forma dopo il parto e avere i muscoli addominali come prima del parto.

Che cos’è la diastasi addominale post parto e quali sono i sintomi?

La diastasi addominale post parto è una condizione abbastanza comune della gravidanza e del post-partum. Si tratta di un fenomeno in cui le metà destra e sinistra del muscolo di Rectus Abdominis si sono allargate dalla fascia mediana del corpo, che si chiama linea alba.

La diastasi addominale, ovvero la separazione dei muscoli addominali retti, in realtà può verificarsi in qualsiasi momento dell’ultima metà della gravidanza, ma comunemente è più visibile nel post-part, quando la parete addominale e il tessuto dell’addome risultano lassi, quasi come se ci fosse ancora il feto in pancia. A volte, infatti, le donne che ne soffrono lamentano di sembrare ancora incinte.

Anche se una certa diastasi e separazione dei muscoli addominali mediani avviene in tutte le gravidanze ed è normale, la diastasi post parto evidente si verifica in circa il 30% di tutte le gravidanze, causando talvolta problemi a carico della resistenza funzionale della parete addominale e aggravando il mal di schiena e l’instabilità pelvica. Ci sono donne in cui la diastasi addominale non si vede e non dà nessun sintomo e donne in cui la linea alba e il gonfiore addominale restano presenti nel post parto per diverso tempo.

Cause della diastasi postparto

L’allargamento del tessuto e dei muscoli nella diastasi addominale si verifica in risposta alla spinta dell’utero contro la parete addominale, in combinazione con gli ormoni della gravidanza che “ammorbidiscono” il tessuto connettivo.

La genetica sicuramente influisce molto sulla risposta del corpo di una donna alla gravidanza; si calcola, inoltre, che se la diastasi post parto è stata presente in un parto, essa sarà con ogni probabilità recidivante nel successivo. Una diastasi con larghezza maggiore a 2 centimetri dei muscoli addominali è considerata problematica ma non irreversibile.

Rimedi per la diastasi addominale post-parto

Purtroppo una serie di falsi miti sulla diastasi recti o addominale post-parto non aiuta a farsi un’idea realistica di cosa questo fenomeno comporti. Tuttavia bisogna dire che voci come il fatto che la diastasi addominale provochi danni permanenti all’addome o che essa richieda necessariamente un intervento chirurgico, sono false.

Quello che è bene sapere, invece, è che se si avverte dopo il parto un vuoto tra le due fasce del muscolo retto addominale non c’è da spaventarsi in quanto è fisiologico! L’elasticità dei tessuti e dei muscoli tornerà con ogni probabilità presto ad essere quella di un tempo e l’addome riprenderà la sua forma di sempre.

Per recuperare dalla diastasi è bene fare esercizi che mirano a tonificare l’addome attraverso la respirazione affidandosi ad esperti dell’attività fisica e evitando il fai da te, in quanto ogni corpo ha le sue esigenze di rimodellamento.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA