Bigliettini di Natale da colorare e stampare

Festività - 4 dicembre 2011 Vedi anche: Biglietti Auguri di Natale, Disegni di Natale da stampare e colorare

Ecco una selezione di bigliettini di Natale da colorare per grandi e piccini. Potete scegliere i colori a cera, i pastelli, gli acquerelli, le tempere, i pennarelli o il decoupage per creare fantastici biglietti di auguri davvero originali.

Come si fa a creare un bel bigliettino di Natale da una stampa da colorare? Ecco le istruzioni.

  1. Prima di tutto si “scaricate” uno dei bigliettini dalla Gallery salvando l’immagine con nome: col tasto destro si salva con nome sul desktop o in una cartella apposita. Poi si lancia la stampa. Se avere il programma Picture Manager, il Paint o Photoshop potete lavorare sui vostri biglietti per ingrandirli rimpicciolirli o modificarli, colorandoli a video.
  2. Se invece decidete di colorarli con i pennarelli conviene stamparli su un foglio A4 bianco e, dopo averli colorato a piacere, incollarli sul cartoncino colorato. Scegliete, per esempio una base dorata o della pregiata carta di riso se dipingerete il vostro cartoncino con le tempere: l’effetto è stupendo.
  3. Se colorate a pastello, potete incollare il vostro disegno su cartoncino bristol in una bela tonalità di verde. Ricordate che i colori di Natale sono: il rosso, l’oro, l’argento, il verde e il bianco. Scegliete anche un giallo limone se volete essere più particolari.
  4. Per ottenere le giuste dimensioni di un biglietto di Natale potete piegare in due oppure in 4 parti un foglio A4. Il cartoncino su cui andrete a incollare un disegno colorato a pastello è quello goffrato. Per un biglietto innovativo in stile orientale o “riciclato” è consigliabile il cartoncino ondulato con il quale si possono realizzare anche biglietti decoupage, lavoretti e decorazioni di Natale.
  5. Infine, per essere davvero originali, potete incollare stelle e perline sul vostro biglietto di Natale. In questo modo, un semplice disegno da colorare diventerà un’opera d’arte da conservare.

Articolo scritto da: Cinzia Rampino

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA