Calli e duroni: rimedi naturali

Bellezza - 9 dicembre 2011 Vedi anche: Cura della pelle, Mani e unghie, Pedicure

I calli e i duroni sono un'armatura adottata dal piede per proteggersi. Essi vanno curati in modo naturale, continuo ed efficace. Tra i rimedi più importanti ci sono l'olio di ricino, l'aspirina e tanti altri.

Il piede umano è un miracolo di ingegneria, progettato per resistere ad un sacco di sforzi. I piedi non solo sostengono il peso del corpo, ma anche quello di vestiti e di tutto ciò che trasportiamo nell’arco della giornata. In un giorno medio di cammino essi, infatti, sono sottoposti ad una forza pari a diverse centinaia di tonnellate. I piedi, insomma, sono le parti più usate e abusate del corpo.

Nonostante il perfetto progetto che li rende così resistenti, i piedi si possono ammalare. Si stima che l’87% della popolazione adulta ha un qualche tipo di problema ai piedi. Tra i fastidi più comuni un posto importante è occupato da calli e duroni. Si tratta di zone di pelle indurite che si formano per proteggere i tessuti sensibili del piede contro l’attrito e la pressione ripetuta.

Calli e duroni: differenza

La funzione principale di calli e duroni, pertanto, è quella di proteggere le zone delicate e doloranti del piede. I  duroni si trovano, di solito, sulle punte delle dita o sui lati esterni delle dita piccole, dove la pelle sfrega contro la scarpa. Può anche capitare che si formi un durone sotto pianta del piede, proprio sotto un callo, con un conseguente forte dolore localizzato ad ogni passo. I calli sono molli, umidi e gommosi, si formano fra le dita, dove le ossa di un dito esercitano una pressione sulle ossa del suo vicino. Calli e duroni non sono necessariamente dolorosi e, in molti casi, esercitano soltanto un’azione protettiva.

Entrambi sono a forma di cono, con la punta rivolta all’interno (quello vediamo cioè, è la base del cono). Quando una scarpa o un altro dito del piede esercita pressione contro il callo, la punta di questo può toccare un nervo o del tessuto sensibile sottostante, provocando dolore. Con l’età, i calli iniziano, naturalmente, a svilupparsi per proteggere il piede dalla troppa pressione e sfregamento. E’ per questo, che ogni passo, premendo il callo contro il tessuto sottostante può causare dolore o bruciore.

Calli e duroni: cause

Maltrattare i piedi, indossando scarpe che non si adattano bene o che sono troppo rigide e non porose sono cause comuni di calli e duroni. Scarpe che costringono le dita dei piedi spingendo un dito a sfregare contro l’altra, fanno sviluppare i calli. Le scarpe col tacco alto sono tra i colpevoli principali, poichè esercitano una forte pressione sulla parte anteriore del piede. In questo caso, i calzini o una cucitura delle calzature sfregando contro il piede, lo inducono a creare un callo. Anche quando le scarpe sono troppo larghe portano il piede a scivolare, creando attriti che possono causare calli.

Ci sono altre cause che aumentano la possibilità di sviluppare calli e duroni dolorosi:

  • Camminare su superfici dure
  • Avere i piedi piatti (le persone con i piedi piatti hanno più probabilità di avere i calli)
  • Assottigliamento della pelle sulla pianta del piede (con l’età)
  • Diabete. I diabetici e coloro che hanno problemi circolatori non dovrebbero mai trascurare i propri piedi

Calli e duroni: i rimedi naturali efficaci

Se si ha una borsite che provoca dolore, la migliore cosa è rivolgersi a uno specialista Podologo per comprendere la gravità della situazione.

I calli comuni, anche se dolorosi, prevedono di rimuovere una parte dello strato di cellule morte in modo che non continui a fare pressione sui nervi. Si può usare come rimedio vincente il callifugo Dott. Sholl In questo caso è bene fare così:

  • Immergere i piedi in acqua calda
  • Una volta fuori dalla vasca o doccia, si può strofinare il callo con una pietra pomice quando la pelle è ancora umida.
  • Non è bene cercare di rimuovere il callo in un solo trattamento poichè è possibile danneggiare la pelle. Piuttosto, è conveniente rimuovere un sottile strato di cellule morte ogni giorno. Se il callo è molto spesso, potrebbero essere necessarie un paio di settimane prima di rimuoverlo tutto.

L’occhio di pernice ha la particolarità di crearsi tra le dita e sulle parti molli. Poiché è difficile passare la pomice in uno spazio stretto come quello tra due dita, si usa una lima, simile a quella usata per le unghie, e si rimuovono le cellule morte, ogni volta che si fa un bagno.

Al posto della pietra pomice o della lima a volte è preferibile l’uso di olio di ricino  per ammorbidire calli e duroni. Ecco come si fa:

  • Applicare qualche goccia di olio di ricino con un batuffolo di cotone su tutto il callo
  • Coprire con un cerotto
  • La medicazione proteggerà il callo dall’attrito, impedendo all’olio di ricino di fuoriuscire e macchiare
  • Indossare calzini vecchi quando si esegue questo trattamento
  • Anche in questo caso è bene, tuttavia, rivolgersi al Podologo a al chirurgo per evitare lesioni o peggoramenti vari. Irimedi naturali possono essere usati per alleviare il dolore o trattare i comuni fastidi da callo.

Indossare calze e scarpe imbottite potrebbe aiutare a prevenire il peggioramento dei calli. Indossare scarpe comode ed appropriate per il piede.

Per ammorbidire un callo o un durone si può immergere il piede in acqua con sali di Epsom e seguire le istruzioni sulla confezione.

Articolo scritto da: Cinzia Rampino

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA

  • Inserito da Giuliana

    Queste informazioni sono del tutto errate e fantasiose e i rimedi consigliati pericolosi e lesivi per la cute con rischi di conseguenze gravi.
    Dovreste interpellare un Podologo per dare informazioni quantomeno vere e atte a proteggere la salute.

    • Inserito da Redazione

      L’articolo è stato redatto con il confronto delle fonti e dei giudizi specialistici necessari. Riteniamo di aver fornito indicazioni che aiutano in modo semplice e costante per prendersi cura dei propri piedi e del loro benessere. I calli e i duroni vanno trattati con pediluvi e con la pietra pomice ma anche con una rimozione costante dei calli dolorosi. E’ risaputo il beneficio derivato sulle lesioni da parte dell’olio di ricino e gli stessi prodotti farmaceutici per la cura del callo contengono acido acetilsalicilico. Le scarpe scomode o strette provocano la formazione di calli e duroni e d’altra parte, il callo posizionato su nervi o zone dolorose provoca, ovviamente, dolore. Sicuramente in caso di infiammo o problematiche particolari è bene andare dal podologo ma non certo ogni callo e durone richiede l’intervento dello specialista, tant’è che una corretta pedicure può essere fatta in casa o presso un’estetista.