Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Olio di tamanù: gli usi per la cura della pelle, dalle smagliature all'acne

Bellezza - 4 agosto 2017 Vedi anche: Smagliature, Trattamenti viso fai da te

Bellezza: curare la pelle con l'olio di tamanù, ecco gli usi contro le smagliature, le rughe e l'acne. Si tratta di un olio asiatico noto per le sue virtù disinfettanti e lenitive: scopriamone caratteristiche e uso corretto!

Sono tante le sostanze naturali che possiamo usare per prenderci cura dei capelli e della pelle, senza dover ricorrere a prodotti artificiali. La pelle trova giovamento dalle maschere a base di miele, vero alleato di bellezza, che riesce a lenire e disinfettare una cute stressata. Anche l’olio di tamanù è un toccasana per la pelle, specie quella problematica che presenta acne e smagliature: scopriamone gli usi e le proprietà.

Olio di tamanù puro 125 ml

14.95 €

Scopri su Amazon

Olio di tamanù 50 ml

Scopri su Amazon

Olio di tamanù 500 ml

34.95 €

Scopri su Amazon

Olio di tamanù: cos’è?

L’olio di tamanù è una sostanza ricavata da una pianta presente nelle zone dell’Asia centrale.La spremitura a freddo dei frutti essiccati regala quest’olio color verde brillante, dall’intenso aroma.

Olio di tamanù: proprietà

Quest’olio è ricco di virtù lenitive e antinfiammatorie e viene applicato sulle ferite, i tagli, le punture di insetto e anche su infiammazioni della pelle, come l’acne e le scottature. Inoltre, essendo ricco di antiossidanti e avendo una consistenza oleosa, nutre la pelle secca e disidratata, aiuta l’elasticità e contrasta dunque la formazione delle smagliature, prendendosi cura di quelle già presenti. Gli antiossidanti garantiscono l’effetto anti-age, dunque si presenta anche come un valido anti rughe. Aiuta anche il processo di cicatrizzazione, aiutando la pelle a rigenerarsi, tanto da essere impiegato per trattare la psoriasi e l’herspes oltre, come detto, all’acne.

Olio di tamanù: usi

Come quasi tutti gli oli, è preferibile non usarlo pure sulla pelle, ma diluirlo in altre sostanze. Per un uso sulla pelle del viso, potete aggiungerne poche gocce alla crema idratante (meglio se neutra), oppure ad un olio come quello di mandorle dolci o argan per applicarlo sul corpo. L’olio di tamanù, al pari di quello di cocco, si presenta sotto forma di burro, dunque per averlo allo stato liquido vi basterà prelevare una piccola quantità e lasciarla sciogliere (in estate anche a temperatura ambiente, in inverno in un pentolino a bagno maria o in un piattino sul termosifone). Anche per le punture di insetto è preferibile usarlo diluito, magari in un gel come quello all’aloe vera. Per un prodotto che combatta le smagliature già bianche, dunque vecchie e difficili da trattare, ecco una ricetta utile:

  • 5 ml di olio di tamarù
  • 15 ml di olio d’avocado
  • 30 ml di olio di rosa mosqueta
  • 20 gcce di olio essenziale di elicriso
  • 10 gocce di olio essenziale di geranio

Mescolate tra loro gli olio, poi unite quelli essenziali; agitate bene e lasciate riposare tre mesi al buio e al fresco.

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA