Acne, 5 falsi miti da sfatare

di Elisa Malizia

[multipage]
L’acne è una infiammazione della pelle che tormenta milioni di persone, perlopiù durante l’adolescenza, e che può portare senso di inadeguatezza e imbarazzo in chi ne soffre. Negli ultimi anni i prodotti sempre più mirati e le tecniche sempre più sofisticate hanno permesso di migliorare molto la resa estetica della pelle e di diminuire il numero di cicatrici post acne, ma questo stato della pelle è anche “vittima” di luoghi comuni duri a morire. Conoscere i metodi per prendersi cura della pelle acneica e mettere da parte falsi miti è fondamentale per curare al meglio l’infiammazione: vediamo allora i 5 falsi miti da sfatare sull’acne.
[/multipage]

[multipage]

1) L’acne passa crescendo: non sempre la comparsa dell’acne è dovuta agli ormoni e alla crescita in sé, tanto che anche molti adulti possono soffrirne. Per questo non è mai il caso di lasciare che il tempo “curi” la pelle perché, nel frattempo, bisogna utilizzare saponi, creme e makeup che non peggiorino la situazione. L’acne rischia di lasciare cicatrici e macchie, dunque sfatiamo questo mito: lo sviluppo non risolve l’acne, solo un dermatologo può dire come agire!

[/multipage]

[multipage]

2) Bisogna lavare spesso il viso: l’igiene è sempre fondamentale per avere una pelle compatta e sana, ma aggredire la cute acneica disidratandola con saponi e acqua per molte volte al giorno è deleterio: lavare il viso al mattino e alla sera con un prodotto delicato e specifico sarà più che sufficiente. Mai dimenticare di struccarsi: non importa quanto si è stanche, la pelle acneica deve respirare e lasciare il trucco sul viso tutta la note crea ulteriori infiammazioni.
[/multipage]

[multipage]

3) Il sole fa sparire l’acne: non è del tutto vero; una graduale e leggera esposizione al sole aiuta effettivamente la pelle affetta da acne, che va comunque protetta con una crema solare adatta al fototipo e che non contenga sostanze grasse. Un’esposizione esagerata e prolungata, specie senza le precauzioni del caso o con una crema non adatta alla pelle acneica, porterà un giovamento temporaneo e un veloce peggioramento. Inoltre, se si usano prodotti specifici per l’acne, bisogna informarsi prima di prendere il sole, perché rischiereste di ritrovarvi con macchie indelebili sul viso.
[/multipage]

[multipage]

4) La cioccolata fa venire l’acne: l’alimentazione influisce sulla salute dell’organismo, questo è indubbio, dunque anche sulla salute della pelle. La cioccolata in sé, però, non aumenta l’acne né la stimola. Se si soffre di acne è bene evitare diete drastiche o aumenti di peso esagerati e veloci, perché questi cambi portano ad uno sconvolgimento ormonale che può favorire la comparsa dell’acne. Dovremmo sempre evitare dolci ricchi di zuccheri raffinati, insaccati e grassi saturi, ma un quadrato di fondente non sarà mai un dramma! Ricordatevi poi di bere molto: la pelle, anche quella acneica, ha bisogno di idratazione, e bere aiuta anche la depurazione naturale.
[/multipage]

[multipage]

5) Il trucco aumenta l’acne: non è del tutto così; il makeup scadente, grasso, ricco di sostanze sintetiche dannose, peggiora lo stato di una pelle a tendenza acneica, ma danneggia anche una pelle in partenza sana. Chi soffre di acne dovrebbe investire sul makeup di qualità, meglio se in polvere minerale, privo sostanze dannose.
[/multipage]

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria